Riciclo creativo: lo stuoino fai-da-te con i tappi di sughero

di Claudia Raganà del 13 ottobre 2013

Ecco come realizzare un tappetino coi tappi di sughero: ci vuole un po’ di perizia, ma è meno difficile di quanto non si possa immaginare

Gli italiani amano il vino e si consumano 48 litri pro capite all’anno. Immaginate quante bottiglie si stappano e quanti tappi si buttano nella spazzatura. E se invece fossero riutilizzabili?

E’ doveroso premettere che il sughero, essendo materiale organico, può essere inserito tra i rifiuti umidi-organici, invece di terminare nell’indifferenziato. Numerosi Comuni stanno perfezionando accordi con consorzi per il recupero del sughero ma nell’attesa, perché non trasformare questi “scarti” in qualcosa di utile?

FOCUS:  Cos’è il riciclo creativo: la guida completa

Perché non provare a ricavarne un oggetto di arredamento, come adesempio uno stuoino?

Realizzarlo è piuttosto semplice: un metodo è quello di procurarsi una scatola delle dimensioni adatte (va bene anche una bacheca da muro), riempirla di tappi incastrandoli tra loro in senso verticale. Potrà diventare un tappetino per uscire dalla doccia, ad esempio.

Un altro metodo, un po’ più articolato, consiste nel tagliare i tappi a metà, in senso longitudinale e incollarli (tra loro e sulla base) con colla a caldo su una base rigida o semi-rigida (un tappetino di plastica). I tappi dovranno avere tutti la stessa lunghezza per combaciare correttamente, pertanto andrà fatto uno scrupoloso lavoro di aggiustamento con un taglierino, prima di passare ad incollarli. Alla fine si livella passando della carta abrasiva, così da levigarli ed eliminare eventuali residui di colla.

LEGGI ANCHE: Riciclo creativo: scopri come tutto ma proprio tutto in casa può riciclare

Tappetino di tappi di sughero fai-da-te

Il tappeto non è l’unica soluzione per riciclare il sughero. Questo materiale, infatti, si rivela un ottimo concime per le piante e, con un pizzico di creatività, può dar vita a oggetti decorativi come ghirlande natalizie, animaletti per far giocare i propri bambini, etichette per le piante in vaso sul terrazzo, sottopentola o,sfruttando la sua consistenza morbida, come puntaspilli o porta-orecchini.

VAI ALLE IMMAGINI: Una tenda tutta di sughero

{ 1 comment… read it below or add one }

maria g. orlando novembre 11, 2013 alle 12:18 pm

secondo me se i genitori moderni stimolassero la creatività dei propri bambini con questo genere di attività anzichè “rincitrullirli” con computerini e demenziali giochini elettronici, in futuro ci sarebbe una gioventù più sana, meno becera e soprattutto avranno dato una mano a salvaguardare Madre Natura……per quello che c’è ancora di salvabile!!!!!!!

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *