Termostufa a pellet: come funziona, benefici e prezzi

di Eryeffe del 11 ottobre 2016

La termostufa a pellet è un generatore di calore apparentemente molto simile alle stufe e alle caldaie alimentate con lo stesso combustibile. Ma le differenze sono tante e tutte da conoscere.

Termostufa a pellet, di che cosa si tratta? Sul mercato ne esistono svariati modelli e varianti ai prezzi più disparati. Nella guida di oggi vedremo meglio le differenze, i principi di funzionamento e i benefici che questo tipo di apparecchio è in grado di assicurare.

In questo percorso, vedremo quali sono le differenze tra termostufa a pellet e stufe, termostufe e caldaie. Chi sta pensando di installare in casa o in ufficio un nuovo generatore di calore a pellet potrebbe avere le idee un po’ confuse sul tipo di apparecchio da acquistare e sull’entità dell’investimento che sarà necessario sostenere. Meglio avere le idee chiare da subito.

Cominciamo con una approssimazione, utile per introdurre il tema. La termostufa a pellet è una via di mezzo tra le stufe e le caldaie a pelletMa sebbene i punti in comune siano molti, sul piano tecnico le differenze sono abbastanza nette. Prima di fare una scelta, dunque, sarà opportuno focalizzare tali differenze. Solo poi determineremo quale sia l’apparecchio più adatto alle caratteristiche dell’ambiente di destinazione e ai benefici che vogliamo ottenere.

Ecco la nostra mini-guida per… scegliere il pellet migliore!

Termostufa a pellet come funziona

Esteticamente si presenta identica alla stufa, ma tecnicamente è più simile ad una caldaia. La termostufa a pellet è spesso descritta come la soluzione ideale per scaldare l’ambiente domestico con un apparecchio in grado di sopperire anche alla produzione dell’acqua sanitaria.

Le termostufe a pellet sono normalissime stufe di potenza termica compresa mediamente tra i 13 e i 35 kW. Oltre ad irradiare calore nell’ambiente in cui è collocata, la termostufa a pellet è provvista di uno scambiatore di calore. Ciò lascia circolare sia aria calda che acqua sanitaria, scaldata mediante i fumi di combustione del pellet.

termostufa a pellet

Come in tutti i moderni briciatori a pellet, anche nelle termostufe molte funzioni (accensione, spegnimento, temperature, ecc.) sono completamente automatizzate e sono regolabili mediante un display digitale.

Una volta a temperatura, l’acqua viene immessa nel sistema termoidraulico domestico a cui la caldaia è collegata e distribuita nei termosifoni per riscaldare tutti i locali della casa. Poiché le quantità di acqua che una termostufa a pellet è in grado di scaldare sono notevoli, prima di acquistare una termostufa occorrerà procedere ad una valutazione termotecnica dell’abitazione e dell’impianto.

Dovremo anche dotarci di un serbatoio di accumulo.  Grazie a questo accorgimento, sarà possibile utilizzare l’acqua sanitaria anche quando la termostufa è spenta da diverse ore.

termostufa a pellet

SPECIALE: Come risparmiare sul riscaldamento domestico: consigli utili

La presenza di un serbatoio d’accumulo è importante anche in virtù dell’impianto che si intende realizzare. Esso permette di integrare diverse fonti di calore. Ad esempio caldaie aggiuntive o pannelli solari, e di ottenere un notevole risparmio impiantistico ed economico.

Attenzione però: la termostufa a pellet NON SOSTITUISCE la caldaia principale, ma può integrarne le funzioni come caldaia ausiliaria.

Termostufa a pellet benefici

La termostufa a pellet può garantire diversi vantaggi, sia dal punto di vista economico che ambientale. Inoltre la sua capacità termica è tale da sopperire alle necessità di riscaldamento e approvvigionamento dell’acqua sanitaria anche in ambienti di grandi dimensioni popolati da più individui. I benefici più evidenti connessi all’utilizzo di questi apparati sono:

  • Non immettono gas tossici o particelle inquinanti nell’atmosfera. La doppia combustione che avviene nel braciere neutralizza qualsiasi tipo di impurità o polveri sottili. Ciò che viene sprigionato attraverso le canalizzazioni dei fumi è solo acqua e anidride carbonica.
  • Utilizzano il pellet. Come noto, è una risorsa sostanzialmente economica, non inquinante e di facile reperibilità. Tra l’altro, se non venisse sfruttata, diventerebbe un rifiuto.
  • Fanno da stufa e da caldaia con un unico apparecchio a camera chiusa. Il design esteticamente è molto più gradevole di una tradizionale caldaia. In moltissimi modelli la fiamma è visibile attraverso finestre e portelli in vetro-cemento.
  • Garantiscono un risparmio sulla spesa energetica interessante. Infatti sfruttano una risorsa (il pellet) a basso costo e dalla resa termica decisamente alto.
  • Non hanno necessità di essere collocate in un ambiente apposito.

termostufa a pellet

A fronte di tutti questi vantaggi, occorre tenere presente che una termostufa a pellet presenta anche dei vincoli da non sottovalutare. Per prima cosa,  deve essere collegata ad una canna fumaria che termina sul tetto dell’abitazione. Quindi non possono essere collocate ovunque e non possono essere spostate.

SPECIALE: le nostre guide sui sistemi di riscaldamento:

Le termostufe a pellet, inoltre, non funzionano in assenza di elettricità e devono essere sottoposte a controlli e pulizie periodiche da personale specializzato.

Termostufe a pellet prezzi

La spesa iniziale da sostenere per acquistare una termostufa a pellet di buona qualità è piuttosto elevata. Oltre che dalle caratteristiche tecniche, il costo dipende anche dal design e parte dai 2.500 fino ad arrivare a 5.500 euro per modelli di potenza elevata e dal design ricercato.

termostufa a pellet

Dal 2013 la legge prevede un incentivo fiscale a sostegno dell’acquisto e dell’installazione soluzioni impiantistiche finalizzate al risparmio energetico e alla produzione di calore da fonti rinnovabili. Tale incentivo è stato riconfermato con l’aggiornamento del Conto termico da parte del Decreto Ministeriale del 16 febbraio 2016.

Differenza tra termostufa, stufa e caldaia a pellet

Come abbiamo visto, una termostufa a pellet si differenzia da una semplice stufa perchè è collegata all’impianto termoidraulico domestico. Funziona dunque come una caldaia tradizionale con i vantaggi e le capacità di una stufa a pellet. Dunque, il valore aggiunto di una termostufa a pellet, rispetto a una stufa convenzionale, è la capacità di fungere da caldaia.

termostufa a pellet

A differenza delle caldaie a pellet che, per legge, devono essere installate in un locale dedicato, la termostufa a pellet può essere installata in ogni ambiente domestico. Deve però essere collegata ad una canna fumaria preesistente o di nuova costruzione. La caldaia a pellet, inoltre, può sostituire del tutto la caldaia classica a metano. La termostufa può integrarne le funzioni e la capacità calorifica sostituendosi ad essa per la produzione di acqua sanitaria.

Analogamente alle stufe e alle caldaie, anche la termostufa a pellet è provvista di un serbatoio, detto ‘silo’, la cui capacità varia a seconda del modello e della capacità termica dell’apparecchio.

Termostufa a pellet: dove comprarla

Ecco come di consueto alcune indicazioni di prodotti che trovate online.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *