Tossici alcuni cibi per cani in arrivo dalla Cina

di Erika Facciolla del 30 novembre 2013

Allarme e preoccupazione per una grande quantità di cibo tossico per cani proveniente dalla Cina. FDA ed Enpa hanno allertato le autorità competenti affinché vengano adottate tutte le precauzioni del caso, individuati gli alimenti e i mangimi sospetti e ritirati immediatamente dal mercato. A finire sotto accusa sono degli snack per cani e del cibo essiccato di provenienza cinese che avrebbero già provocato la morte di circa 600 animali negli Stati Uniti e diversi malori in altri 3.600 casi già segnalati dal 2007 ad oggi.

LO SAPEVI? Aumentano i cuccioli regalati: traffico illegale in crescita

Attualmente non si conoscono i nomi delle case produttrici coinvolte nello scandalo, ma sembra che i marchi interessati sarebbero molti. Nel frattempo l’Enpa ha diramato un comunicato ufficiale in cui si invitano i proprietari di animali ad avvertire tempestivamente il proprio veterinario di fiducia nel caso in cui i sintomi da avvelenamento si palesino subito dopo il consumo di cibo essiccato o barrette importati dalla Cina.

L’allarme, partito dagli Stati Uniti è direttamente collegato alla presenza di una tossina nel cibo che ha già causato il decesso di 580 animali. Negli altri casi, sono stati riscontrate gravi patologie al fegato e disturbi gastrointestinali.

 LEGGI ANCHE: Come pulire i denti del nostro cane in modo naturale 

Preoccupazione, dunque, anche da parte delle autorità italiane che si dicono allarmate dalla possibilità che il cibo contaminato approdi anche nel nostro Paese. Per scongiurare tale rischio il Ministero della Salute ha attivato una rete di controlli capillari sia sulla grande distribuzione che sui punti vendita all’ingrosso, così come sui negozi specializzati dove il cibo contaminato potrebbe arrivare attraverso il commercio globale delle merci. Più complicati i controlli sul cibo acquistato on- line rispetto ai quali le autorità chiedono massima attenzione soprattutto ai consumatori.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *