Tra le conseguenze del cambiamento climatico? I profumi delle cose che spariranno…

di Alessia del 13 settembre 2014

I cambiamenti climatici non sono più una probabilità, ma una certezza e la finta estate che stiamo vivendo ne è di certo un segnale, insieme alla varie catastrofi naturali che periodicamente colpiscono le popolazioni; eppure tra le tra le conseguenze del cambiamento climatico ci potrebbero essere anche dei luoghi (angoli di Terra, tratti di costa, ghiacciai, fiumi) che tra alcuni anni spariranno. Perché non raccoglierne i profumi per farne una ‘biblioteca’ che li rievochi?

L’artista Catherine Young si è lasciata ispirare da questi pensieri apocalittici per dar vita ad una particolarissima collezione di profumi chiamata TEMPS (The Ephemeral Marvels Perfume Store).

Insieme alla società svizzera Givaudan, impegnata in progetti di sostenibilità ambientale, è stata realizzata una linea composta da otto profumi: litorali, caffè, miele, vino, Eucalipto, arachidi, ghiaccio e alberi di legno duro.

Alcune di queste fragranze ricordano luoghi a rischio delle Filippine, dove l’artista ha lavorato, altri invece sono stati scelti perchè associati a momenti piacevoli della quotidianità, come il caffè.

Questo progetto ricorda un po’ le madeleine di Marcel Proust, che con il loro sapore riuscivano ad evocare nello scrittore una miriade di ricordi d’infanzia sepolti nella memoria.

Come logo della linea è stato scelto il colibrì, un uccello capace di volare all’indietro e quindi simbolo ideale di quanto sia importante apprezzare il passato per cambiare il presente.

Non è la prima volta che Young sfrutta i profumi per creare le sue opere, in precedenza aveva realizzato anche un libro denso degli odori di New York, Manila e Barcellona, tre luoghi a lei cari.

shutterstock_213917092

Tra le conseguenze del cambiamento climatico? I profumi delle cose che spariranno…

La collezione di profumi verrà esposta all’interno del ‘Progetto Apocalisse’, presso il Museo della Mente nelle Filippine.

Ad oggi non è possibile acquistare questi profumi che scompariranno per le conseguenze del cambiamento climatico, ma se volete immergervi in un viaggio olfattivo non perdetevi quest’occasione!

Se ti interessa, leggi anche:

Guarda il video che illustra (in inglese) il particolare progetto dell’artista Catherine Young:

Immagini: shutterstock

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *