Tree wifi Amsterdam per misurare la qualità dell’aria

di Elle del 13 settembre 2016

Tree wifi Amsterdam: sembra che il collegamento ad internet stia diventando per i più un bisogno prioritario, a cui si rinuncia con difficoltà, quasi come se l’accesso alla rete fosse diventato più importante dell’aria che respiriamo.

Un’intuizione simile sembra aver guidato l’iniziativa del Tree wifi di Amsterdam, città in cui si è pensato di adoperare un originale rilevatore di inquinamento urbano.

Nonostante sia una paese simbolo dell’eco-compatibilità e della mobilità sostenibile, la capitale dei Paesi Bassi presenta una situazione allarmante per inquinamento atmosferico a causa dell’alta concentrazione di inquinanti.

Il designer olandese Joris Lam ha ideato questo dispositivo, che, grazie alla presenza di sensori, è in grado di registrare i gas inquinanti emessi nel raggio di 100 metri:

  • collocati all’interno di apposite casette, simili a quelle per uccelli, inserite sugli alberi della città, questi apparecchi inviano i dati raccolti ad un server centrale che li rinvia.

Il risultato ottenuto permetterà di far accendere una luce verde, con la conseguente possibilità di accedere gratuitamente al wifi nel circondario, se i livelli di inquinamento registrati nell’aria non avranno superato il limite consentito

Tree wifi Amsterdam

Tree wifi Amsterdam

In caso contrario, si accenderà una luce rossa e verranno forniti consigli e suggerimenti per provvedere a ridurre l’inquinamento registrato.

Pur essendo solo un prototipo, ancora poco economico (il costo di ogni casetta si aggira intorno ai 500 euro), il Tree wifi sembra aver attirato l’attenzione delle istituzioni dei Paesi Bassi

Questo può essere, infatti, un utile strumento per favorire una maggiore consapevolezza circa gli effetti dell’inquinamento rendendolo qualcosa di visibile ed immediatamente comprensibile.

Il Tree-Wifi punta, inoltre, a stimolare i cittadini coinvolgendoli in prima persona ad uso più frequente di bici e mezzi di trasporto pubblici riducendo l’impiego di auto.

Dopo l’idea progettuale, l’iniziativa è stata comunque sostenuta da un primo finanziamento della Awesome Foundation e poi dal coinvolgimento attivo di olandesi e non attraverso una campagna di crowdfunding. Si spera che queste proposte ‘dal basso’ possano richiamare sempre più l’attenzione degli organismi politici per incentivare la lotta contro l’inquinamento e supportare le buone pratiche green.

Eccovi il sito dell’organizzazione: http://treewifi.org/ – Tree wifi Amsterdam

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *