Ucciso l’orso Stefano, mascotte del Parco Nazionale d’Abruzzo

di Elle del 4 agosto 2013

È di pochi giorni fa la notizia dell’uccisione dell’orso Stefano sul Monte Marrone lungo il versante molisano del Parco Nazionale d’Abruzzo di cui questo esemplare era divenuto mascotte.

SCOPRI: Cacciare i Masai dalle loro terre per farne una riserva di caccia per ricchi

Questo esemplare di orso bruno marsicano, specie in via di estinzione, è morto per mano di diversi bracconieri, rimasti al momento ignoti, che hanno posto fine alla vita dell’animale, colpevole solo di esistere all’interno di un’area che avrebbe dovuto proteggere la sua incolumità.

Secondo l’Ente Parco ed il WWF la morte dell’orso Stefano costituisce  un ingente danno inferto alla natura e all’economia delle popolazioni locali per cui la presenza di soli 60 esemplari di questa specie all’interno di quest’area protetta e costituisce un’attrazione notevole per i turisti.

LEGGI ANCHE: Orso Bruno Marsicano a rischio di estinzione 

Questo episodio deve essere almeno utile ad allertare le autorità affinché possa essere assicurata una maggiore tutela agli animali e salvaguardia della biodiversità, costantemente messe a rischio dall’uomo, anche attraverso l’introduzione di pene più severe che possa scoraggiare i bracconieri.

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *