Un tubo gigante ad energia solare per desalinizzare l’acqua marina

di Luca Scialò del 8 settembre 2016

Come noto, il surriscaldamento globale sta provocando un innalzamento dei livelli dei mari e degli oceani. Di contro, però, sono ancora tante le persone nel Mondo che non hanno accesso all’acqua potabile. Qualcuno ha così ben pensato di mettere insieme questi due problemi di natura opposta, trasformando queste acque in potabili.

In che modo? Il progetto si chiama “The Pipe”, nome dato a un enorme filtro ideato dagli ingegneri della società canadese Khalili, capace di trasformare l’acqua dell’oceano in acqua potabile.

santamonica2

Questa struttura è altresì ecosostenibile, giacché sarà rivestita da pannelli solari. Ovvero, funzionerà grazie al sole e senza l’utilizzo di combustibili fossili, che inquinerebbero invece l’acqua stessa o l’aria dove si opera.

Come si evince dalle foto, The Pipe è anche esteticamente gradevole, dunque non invasivo. Anzi, regala anche un bel colpo d’occhio. Tale bypass gigante da un lato raccoglie l’acqua dell’oceano, poi al suo interno la dissala con una tecnologia elettromagnetica per filtrare l’acqua e infine esce potabile dall’altro lato.

santamonica3

Secondo i suoi ideatori, questa struttura sarebbe in grado di produrre fino a 1,5 miliardi di litri di acqua potabile. La sua prima applicazione sarà al largo della costa del molo di Santa Monica, in California. Questa città ha atavici problemi di acqua. Una volta che diventa operativo, fornirà acqua potabile alla popolazione della città.

santamonica4

Il progetto ha anche partecipato al concorso Land Art Generator Initiative 2016, dove vengono presentati vari progetti ingegneristici. Il suo possibile successo potrebbe aprire la strada a nuovi utilizzi, soprattutto in quelle aree del Mondo che hanno ancora scarso o nullo accesso all’acqua potabile.

Il che, oltre ovviamente a problemi legati alla sete, comporta anche problemi di natura igienico-sanitaria. Alimentando così la proliferazione di malattie e infezioni mortali se non curate.

Ma potrebbe anche sfruttare in positivo un fenomeno negativo, come quello dell’innalzamento dei livelli delle acque.

Ti potrà interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *