Una buona idea: le case dell’acqua nei parchi di Milano

di Claudio Riccardi del 22 marzo 2013

Il Comune di Milano sta cercando di diffondere sempre più la ‘sua’ acqua municipale e così da qualche giorno, nei parchi della città è possibile utilizzare delle “case dell’acqua”.

Si tratta di modernissimi distributori di acqua potabile gratis l’Amministrazione ha posizionato in 4 aree verdi cittadine (parco Formentano, parco Chiesa Rossa, giardini di via Morgagni e parco Savarino-ex Bassi) mentre altre “case” verranno a breve introdotte (Giardino Cassina de’ Pomm e Gioia).

LO SAPEVI? Italia terza al mondo per consumo dell’acqua minerale

Gli impianti, finanziati da Palazzo Marino e Metropolitana Milanese, nascono dalla volontà di “promuovere l’acqua pubblica di Milano e per valorizzare l’importanza di questa risorsa come bene comune”, come ha dichiarato dall’assessore al Verde Pubblico e Ambiente.

Ogni ‘casa dell’acqua’ ha un vassoio per le bottiglie collegato allo scarico per evitare la fuoriuscita d’acqua che, nei mesi invernali, potrebbe ghiacciare e d’estate far annidare le larve di zanzare. Una lampada UV serve poi ad eliminare eventuali batteri sull’erogatore, così da garantire la protezione da retro-contaminazioni.

Ogni macchina ha una luce a LED, è accessibile anche da chi è in carrozzella ed è controllata da una telecamera per controllare  in caso di atti vandalici.

LEGGI ANCHE: Milano Blu, l’acqua del sindaco ha il suo marchio

Una buona idea per diffondere sempre più un comportamento virtuoso, che comincia dal bere la cosiddetta ‘acqua del sindaco’ al posto di quella minerale, senza spendere nulla e aiutando l’ambiente!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *