Una coccinella asiatica uccide le cugine europee e americane

di Luca Scialò del 12 marzo 2014

La coccinella asiatica – comunemente conosciuta come ‘Arlecchino‘ e dagli entomologi come harmonia axyridis – è stata introdotta in Europa ed America per combattere gli afidi, parassiti della pianta.

E’ noto infatti che la coccinella è stata sempre tenuta in grande considerazione dall’uomo per l’aiuto che apporta alla lotta contro alcuni insetti che infestano le piante, sia quelle ornamentali, come le rose, sia quelle alimentari, come le graminacee e le leguminose.

SPECIALE: Antartide, nascono piante estranee all’ecosistema a causa dei turisti

E quella asiatica, essendo più aggressiva, è molto più utile per questa causa. Ma c’è un problema…

Nessuno si era infatti accorto del letale parassita ospitato dall’insetto, che sta uccidendo i suoi simili europei e americani. La scoperta l’ha fatta l’entomologo tedesco Andreas Vilcinskas, della Justus-Liebig-University di Giessen, in Germania. Ha paragonato il fenomeno alla conquista del nuovo mondo da parte degli europei. Infatti le malattie che portavano le spedizioni europee, come il vaiolo, hanno ucciso più popolazione locale di quanto non ne sia morta per effetto diretto della colonizzazione.

Lo studio di Vilcinskas e dei sui colleghi è stato appena pubblicato sulla rivista Science. Speriamo che un rimedio sia presto apportato, altrimenti Arlecchino rischia di fare una strage: non solo tra gli afidi ma anche tra i suoi cugini americani ed europei.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

fausto marzo 13, 2014 alle 10:28 pm

Tristissima cosa. Abbiamo già un invasore orientale attorno a casa, l’unica cosa che sembra aiutare le nostre care coccinelle è la presenza dell’inverno. Ormai è fatta, l’invasore arrivato resterà qui.

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *