Una via di Chicago senza segnaletica stradale per diminuire gli incidenti

di Stefania Luccarini del 18 gennaio 2015

Succede a Chicago: c’è una strada in cui manca la segnaletica stradale per rendere gli automobilisti, i ciclisti e i pedoni più responsabili; diminuiscono gli incidenti ed è più sicura.

La nuova scommessa di Chicago è una strada in cui non c’è segnaletica stradale, non ci sono strisce pedonali, marciapiedi, luci e cordoli e dove non ci sono differenze fra pedoni, ciclisti e automobilisti. Ebbene, potrebbe sembrarvi una soluzione poco sicura, eppure il progetto di “strade condivise” così è stato definito, è stato proposto di recente per la città di Chicago con l’obiettivo di rilanciare il nodo stradale di Argyle Street. Si tratta di un tratto che comprende quattro isolati, ricco di imprese e ristoranti, popolato già a partire dagli anni Settanta da diversi immigrati vietnamiti.

Scopri anche: Negli USA chi ama vivere in città è di Sinistra. E in Italia?

Eppure, malgrado il New York Times abbia esaltato tale progetto come innovativo e radicale, questa idea non rappresenta una grossa novità. Infati è già stata sperimentata, e in maniera brillante, in altre città come Londra, Seattle, Washington e Buffalo. La filosofia alla base di questo esperimento è che la rimozione dei vari “controlli” a tutela degli utenti, porterebbe quest’ultimi ad agire in maniera più sicura e ponderata sia gli automobilisti che pedoni e ciclisti, negoziando meglio lo spazio attraverso l’impatto visivo.

Dalla realizzazione di questo progetto ci si aspetta un incremento a livello commerciale della zona non solo in termini di visitatori, ma anche di caffetterie, locali ed eventi temporanei incoraggiati proprio dagli “spazi aperti”. D’altro canto, già nelle ultime due estati, durante il mercato cittadino, la strada era stata chiusa e gli ultimi due anni son trascorsi cercando proprio il consenso della Comunità a supporto di questo progetto.

La ristrutturazione della strada, che costerà circa 3,5 milioni di dollari, prevederà un progetto innovativo: senza cordoli e corsie, segnaletica ridotta al minimo, addirittura mancheranno i segnali di stop! Invece saranno previsti dei colori per indicare con precisione dove finiscono i marciapiedi e iniziano le strade. Il limite di velocità sarà di 25 km/h.

L’obiettivo insomma è quello di cambiare l’aspetto della strada e comunque i pedoni avranno più libertà di muoversi mentre i conducenti, almeno psicologicamente, sapranno che non possono schizzare da uno stop all’altro anche perché una volta aperta Argyle street, verranno effettuati vari controlli affinché tutti si comportino in maniera responsabile.

strada senza segnaletica

Una via di Chicago senza segnaletica stradale per diminuire gli incidenti

Se tale progetto si rivelerà un successo, non è escluso che venga realizzato anche per altre zone della città di Chicago, ma in Italia siamo pronti per un piano così drastico?

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *