Un’app per condividere frutta e verdura tra vicini

di Claudia Raganà del 11 giugno 2014

Ti è mai capitato di avere troppa frutta e verdura in casa, magari perché hai esagerato a fare la spesa, o perché quell’albero da frutta che hai in giardino ti ha sommerso di squisita, ma eccessiva quantità di prodotti e, dopo aver bussato alle porte di parenti e vicini, fatto crostate di frutta, marmellate e conserve varie, non sai più cosa fartene delle quantità in eccesso? La soluzione, in genere, si chiama food sharing e può avvenire in diverse modalità.

C’è chi ha pensato ad una possibile soluzione, attraverso l’app ed il sito Ripe Near Me. Letteralmente, il nome di questa app è proprio “Raccolto maturo attorno a me” e serve a connettere sul territorio persone che hanno a disposizione quantità di ortaggi in eccesso e vogliono venderle, o semplicemente cederle, a utenti che stanno cercando frutta o verdura.

TUTTO SUL FOOD SHARING:

Si può cercare sul territorio un prodotto preferito, per vedere se nei paraggi è disponibile, oppure ci si può collegare ad un produttore, per poter seguire le fasi delle sue coltivazioni, finché il prodotto sarà maturo e pronto per essere ceduto.
Ripe Near Me consente anche di scambiare prodotti tra coltivatori fai-da-te.

Questa app per condividere frutta e verdura è stata lanciata in Australia, da lì, con successo, si è diffusa anche negli Stati Uniti e in parte dell’Europa, benché sia ancora in versione beta e conti un numero ridotto di utenti, rispetto al potenziale incredibile che potrebbe avere.

Questo potrebbe essere un ottimo modo per mantenere un’alimentazione sana (sarà difficile che i vicini utilizzino pesticidi per coltivare i propri prodotti di uso domestico), ridurre l’impatto ambientale (spesa a km zero!), ricominciare ad assaporare prodotti gustosi e non insipidi, come quelli coltivati in modo industriale e massivo.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *