Vietati i delfinari in India mentre in Italia sono legali

di Elle del 9 agosto 2013

I delfini sono ormai conosciuti da tutti come animali dalle indubbie capacità intellettive che li rendono così attraenti agli occhi dell’uomo.

Degli esseri così intelligenti, tuttavia, vengono sottoposti a condizioni di elevato stress nel momento in cui sono tenuti in cattività e privati della possibilità di rispettare le loro esigenze etologiche. I grandi spazi e la vita in gruppo sono condizioni indispensabili per l’equilibrio psicofisico di questi esemplari, che all’interno dei delfinari tendono a presentare comportamenti anomali dovuti alla situazione coercitiva in cui vivono.

Questi motivi  ci portano ad accogliere con favore la notizia del divieto di costruzione di nuovi delfinari in India grazie all’impegno del Ministro dell’Ambiente e delle foresta Jayanthi Natarajan, che ha preso posizione contro l’industria del divertimento e lo sfruttamento di cetacei e delfini per cui la cattività risulta una condizione incompatibile con la vita.

Ci si augura che l’azione indiana a favore dei diritti di questi animali sia seguita anche dagli altri Paesi, primo fra tutti l’Italia, affinché sia assicurata loro la libertà.

La sensibilizzazione dell’opinione pubblica può rappresentare un passo importante per decretare la fine della loro prigionia; per contribuire possiamo iniziare a diffondere questo video che mostra una realtà ben diversa da quella cui si crede di assistere negli spettacoli: sos delfini

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *