Wasabi: cos’è e come si prepara

by Elle on 15 agosto 2016

Il wasabi è una pasta verde dal gusto intenso e molto piccante; servito come accompagnamento di pietanze tipiche della cucina nipponica, possiede notevoli proprietà benefiche.

Il wasabi, o Wasabia japonica, è una pianta di origine giapponese appartenente alla stessa famiglia di ortaggi a noi più familiari, come il ravanello, il rafano, la rucola e il cavolo. Le radici di questa pianta pregiata e molto antica sono difficili da reperire e costose poiché crescono piuttosto lentamente.

Wasabi: la salsa

Dalla radice di questa pianta si ottiene una pasta verde dal gusto particolarmente piccante e dalla consistenza alquanto densa, ben nota a chi ha provato almeno una volta la cucina nipponica. Essa è, infatti, utilizzata abitualmente come accompagnamento alle tipiche pietanze della tradizione orientale, come sushi, sashimi, tempura. Oltre alla salsa originale, che prende il nome dalla pianta di provenienza, esiste anche una versione meno piccanti realizzata utilizzando un ingrediente molto simile, come il rafano, ma dal sapore decisamente meno intenso e piccante.

Wasabi: proprietà

Questa particolare salsa può vantare proprietà antisettiche e antiossidanti oltre a presentare un’elevata concentrazione di vitamina C.

Questa radice, inoltre, può essere considerata un agente antimicrobico naturale, utile quindi anche durante il consumo di pesce crudo, come avviene nella tradizione gastronomica orientale.

SCOPRI ANCHE: Salsa ponzu, ricette ed ingredienti

Il suo speciale aroma è riconducibile alla composizione chimica, che vede una prevalenza di isotiocianati, molecole responsabili dell’efficacia antibatterica, delle virtù antiossidanti e delle potenziali virtù antitumorali di questo portentoso vegetale.

La radice di wasabi da cui si ottiene la salsa verde piccante

La radice di wasabi da cui si ottiene la salsa verde piccante

Wasabi: come si prepara

Preparare questa salsa è molto semplice, mentre è più complicato reperire la radice della pianta. Occorre comunque scegliere una radice della pianta abbastanza soda e priva di grinze, provando ad acquistarla in un negozio specializzato di alimenti asiatici.

Tagliate le foglie (che potranno essere riutilizzate) dalla parte finale della radice, quindi lavatela e lasciate che asciughi all’aria aperta. Grattugiate la quantità di wasabi desiderata e formatene una piccola palla. Lasciatelo riposare per una decina di minuti per intensificare il sapore e servite in tavola.

Non occorre, tuttavia, attendere troppo quando si consuma il wasabi grattugiato fresco. Esso, infatti, rischia rapidamente di disperdere le sue proprietà e il suo aroma piccante. Dopo aver toccato questa radice, è importante ricordarsi di lavare accuratamente le mani e evitare il contatto con gli occhi.

Questa pasta può essere preparata anche a partire dalla polvere di wasabi pura, più facilmente reperibile: miscelare in parti uguali acqua e polvere. Mescolare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Forse ti potrebbe interessare anche:

Wasabi, dove trovarlo

Ecco alcuni prodotti utili, sia a chi è intenzionato a prepararla in casa che non.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *