World Solar Challenge 2013: da Bologna l’auto solare italiana della sfida australiana

di Erika Facciolla del 24 settembre 2013

Si chiama ‘Emilia 3’ il gioiello ingegneristico italiano che presto parteciperà alla ‘World Solar Challenge’, una competizione internazionale riservata ai migliori prototipi ad energia solare del mondo, e che si svolge dal 6 al 13 ottobre 2013 in Australia.

‘Emilia 3’ è un’auto da corsa alimentata interamente ad energia solare, lunga 4 metri per 180 kg di peso. La sua carrozzeria è costituita da 391 pannelli solari studiati per assorbire al meglio le radiazioni solari, immagazzinarle nelle batterie al litio presenti sull’auto e trasformarle in energia meccanica in grado di muovere il potente motore messo a punto dagli ingegneri della squadra ‘Onda Solare’ di Castel San Pietro (BO) guidati dal Prof. Andrea Zucchelli.

SCOPRI ANCHE: L’auto solare che apre i pannelli a ventaglio quando ricarica e li chiude quando si muove

Il prototipo, infatti, è frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell’Università di Bologna, il Cnr e del Dipartimento Energia Elettrica ‘Guglielmo Marconi’ e dell’Istituto tecnico Ferrari di Maranelloche hanno messo in campo i migliori esperti tra ricercatori, docenti e giovani studenti.

Le batterie di ‘Emilia 3’ hanno un’autonomia di 330 ore, mentre la velocità di punta che il propulsore è in grado di sviluppare arriva ai 90-100 km/h. Il suo costo è di 350.000 euro e anche se al momento non ha ottenuto un grosso seguito sul mercato si appresta a diventare simbolo di una nuova concezione della mobilità ad energia pulita.

Grande l’entusiasmo in vista della ‘World Solar Challenge’, la vettura infatti sarà l’unica italiana a partecipare assieme ad altri 40 concorrenti provenienti da altrettanti paesi. La gara si snoda attraverso il continente australiano, percorrendo da nord a sud oltre 3.000 km, da Darwin ad Adelaide.

Per tutte le informazioni su ‘Emilia 3’ visitate il sito www.ondasolare.com.

Leggi altri articoli sull’auto solare:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *