Notizie

3 politici ambientalisti poco conosciuti

Un articolo che farà sicuramente discutere: alcuni ambientalisti poco conosciuti, o meglio alcuni personaggi pubblici poco conosciuti come ambientalisti: vediamo di chi si tratta

In politica, i termini ‘conservatore’ e ‘ambientalista’ di rado compaiono all’interno della stessa frase. Gli esponenti di questo orientamento politico, infatti, puntano le loro campagne su altri aspetti etici e morali, focalizzando poco l’attenzione sulla questione ambientale. Come sempre accade, ci sono delle eccezioni a confermare la regola, come nel caso dei 3 personaggi elencati di seguito.

3 politici ambientalisti poco conosciuti

Margaret Thatcher, primo ministro britannico negli anni ’80, comprese in anticipo la gravità del cambiamento climatico in atto, auspicando un cambio di rotta al fine di evitare il disastro causato dall’umanità, nella sua insaziabile necessità di espansione e consumo. Questa presa di posizione sembrò tuttavia essere contraddetta qualche anno dopo, quando la Lady di ferro definì l’attivismo ambientale come “una splendida scusa per la creazione di un socialismo sovranazionale”. Nel novero degli ambientalisti poco conosciuti in campo conservatore rientrano anche due Presidenti americani.

Il primo, in ordine di tempo, fu Theodore Roosevelt, che salvò dallo sfruttamento centinaia di ettari di terre incontaminate, fondò più di 200 riserve naturali e ampliò l’attività del Servizio forestale del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. In veste di Governatore dello Stato di New York, inoltre, rese illegale l’uso di piume d’uccello sui cappelli, per arginare il problema della rapida scomparsa dei volatili esotici.

Un altro Presidente americano attento all’ambiente fu Richard Nixon: prima che lo scandalo Watergate lo travolgesse, realizzò una riforma di politica ambientale molto significativa, nell’ambito della quale fondò l’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente (EPA). 

nixon EPA
Nixon ambientalista? Sembra uno scherzo, ma pochi sanno che l’EPA venne fondata sotto la sua presidenza

Come nel caso della Lady di ferro, alcuni pensano che l’ambientalismo di Nixon fosse una posa di comodo e sostengono che una volta egli avesse affermato che gli ambientalisti “volevano vivere come un branco di animali selvaggi”.

Propaganda politica o reale interesse? Poco importa, le riforme sono state fatte, e le azioni contano molto più delle parole.

Leggi anche:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button