5 modi per risparmiare energia con l’elettronica di casa

di Maura Lugano del 8 aprile 2012

Tante aziende stanno progettando e realizzando tecnologie per il risparmio energetico all’interno delle abitazioni. In effetti è crescente la preoccupazione per i consumi energetici e per le bollette sempre più salate e molti vorrebbero equipaggiarsi di sistemi che permettano di risparmiare sui consumi. Ecco una carrellata di alcune eco-soluzioni ideate da aziende del settore elettronico e da installare in casa, oggi e nel prossimo futuro.

– Un primo esempio è il termostato che, grazie a speciali sensori e alla tecnologia cloud, immagazina dati sullo stile di vita degli abitanti della casa, ne quantifica i consumi, oltre a ciò riceve i dati relativi alla temperatura esterna e alla situazione meteo, e automaticamente, quindi anche quando si è fuori casa, imposta la temperatura ideale. Il termostato si può controllare a distanza tramite app specifiche o via pc. Questo tipo di tecnologia è già abbastanza diffusa negli Stati Uniti dove qualcuno ha già risparmiato il 30% della bolletta. Non mancano per altro prototipi rivoluzionari, come questo termostato intelligente.

– Esistono lavatrici dotate di una scheda wi-fi che mette in funzione da sé i cicli di lavaggi più intensi, che richiedono più energia, nelle fasce orarie di consumi meno intensi e meno costosi, inoltre essa è in grado di localizzare guasti o problemi di funzionamento, ciò permette di evitare telefonate ai centri di assistenza e inutili visite dei tecnici a casa.

– Alcune soluzioni di risparmio sono più semplici di quanto si possa immaginare, ad esempio alcuni adattatori per ricaricare, o, come li chiamiamo noi caricatori, vengono prodotti con degli accorgimenti che li scollegano dalla corrente nel momento in cui hanno raggiunto la piena carica.

Risparmiare sull’illuminazione di casa sarà sempre più possibile grazie al LED, ma un’altra possibilità è quella di gestire le modalità di illuminazione a distanza. Se si è fuori casa per alcuni giorni ma, per varie ragioni, si vuole far in modo che alcune luci di casa siano accese in certi momenti, è possibile istallare delle centraline gestibili via smartphone, grazie a specifiche app. In arrivo anche sistemi e app che gestiscono l’uso dell’acqua, ad esempio fermando il sistema di irrigazione del prato se sta piovendo.

Dal Giappone è giunta notizia che sarà costruita una cittadina con un migliaio di nuove abitazioni. Qui si parla proprio di una nuova frontiera: si utilizzeranno pannelli solari, auto elettriche e batterie al litio in grado di fornire energia alla casa – grazie ad un sistema integrato – per una settimana intera.

Sono diversi quindi gli spunti da seguire per chi volesse costruirsi una casa davvero ecologica con illuminazione LED: sistemi automatici di controllo dei consumi energetici, cui si può aggiungere anche lo sfruttamento dell’energia geotermica e della ventilazione naturale.

Vedi anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

{ 1 trackback }