Notizie

60 Bag: la borsa che si autodecompone

Da quando la Finanziaria del 2007 ha imposto il divieto di produzione e commercio delle buste di plastica a partire dal 1 gennaio 2011,  varie aziende hanno dirottato i loro interessi verso la realizzazione di shopping-bag ecologiche più o meno alternative.

60 Bag: la borsa che si autodecompone

Il prodotto che vogliamo farvi conoscere oggi arriva direttamente dalla Polonia, dall’estro creativo del designer Katarzyna Okinczyc e del fotografo Remigiusz Truchanowicz.

Stiamo parlando della 60BAG, una borsa biodegradabile che si decompone dopo circa 60 giorni. Nessun costo di smaltimento dunque, la borsa può essere tranquillamente bruciata senza arrecare danno all’ambiente.

Il materiale è composto di lino-viscosa non trattato ottenuto dagli scarti industriali.

Grazie a queste caratteristiche innovative, i produttori hanno ricevuto un riconoscimento dal Green Dot Awards, che premia tutte le idee eco-sostenibili e amiche dell’ambiente più innovative.

Le 60BAG sono disponibili in vari formati, da quello ovale a quello rettangolare, e sono personalizzabili con i marchi e i loghi delle aziende.

Per maggiori informazioni, questo è il loro sito http://www.60bag.com/

Articoli correlati:

Alessia

Nata in Abruzzo nel 1982, si trasferisce a Roma per conseguire una laurea e un master in psicologia, ma dopo una decina d'anni rientra nel suo piccolo paese ai piedi della Majella, fuggendo dalla vita metropolitana. Attualmente coniuga l'attività di psicologa libero professionista con la passione per la scrittura, un hobby coltivato sin dalle scuole superiori. Collabora con la redazione di Tuttogreen dal 2011, cura un blog personale di taglio psicologico e scrive articoli per un mensile locale. Nel tempo libero ama passeggiare nei boschi e visitare i piccoli borghi, riscoprendo le antiche tradizioni d'un tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close