Notizie

Quelli che il parco…: a Roma un parco trasformato in parcheggio

In Italia la speculazione edilizia non vede mai fine. A Roma è stato proposto e approvato dal Piano Urbano Parcheggi del Comune un progetto di parcheggio interrato, previsto all’interno del Parco Nemorense, quartiere Salario-Trieste.

Quelli che il parco…: a Roma un parco trasformato in parcheggio

Gli abitanti non ci stanno e hanno formato un Comitato, il cui nome è una parafrasi di un noto programma domenicale della Rai: “Quelli che il parco…”.

Gli abitanti, che tanto hanno lottato per ottenere i lavori di riqualificazione della zona effettuati nella primavera del 2011, sono decisamente preoccupati e contrari per la realizzazione di una tale e profonda ferita nel cuore del loro Parco. Si chiedono infatti come sia possibile abbattere o “spostare” gli storici alberi di alto fusto ivi presenti.

Inoltre si chiedono come sia stato possibile prevedere e autorizzare un progetto così invasivo su un’area verde protetta e soggetta a vincolo. Il progetto andrebbe infatti a stravolgere tutta l’area est del parco, il quale prevede una particolare gerarchia dei viali ed una conseguente distribuzione di essenze arboree.

Il Comitato “Quelli che il parco…” ha avviato anche una raccolta firme presso il parco.

In Italia al peggio non c’è mai fine, si vuole eliminare anche quel poco verde che c’è nelle nostre già grigie città.

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close