Aruba: la prima isola dei Caraibi che punta ad essere 100% carbon free

di Erika Facciolla del 4 Luglio 2012

Svolta green per Aruba, l’isola caraibica che grazie ad una partnership con la Carbon War Room (CWR), l’organizzazione fondata da Sir Richard Branson (magnate del colosso ‘Virgin’), si impegnerà a convertire il 100% delle proprie fonti energetiche al rinnovabile. Il progetto è stato presentato ufficialmente nel corso del recente summit internazionale Rio +20 e punterà a renderebbe l’isola la prima economia mondiale ad energia totalmente sostenibile.

Aruba: la prima isola dei Caraibi che punta ad essere 100% carbon free

La Carbon War Room e New America Foundation avranno il compito di tracciare e attuare una strategia economica adeguata nella fase di start-up, in linea con le politiche dell’isola.

Attualmente, il 20% del fabbisogno energetico di Aruba è coperto dall’energia prodotta dagli impianti eolici e solari.

Il primo passo consisterà nell’ammodernamento dei trasporti, delle abitazioni, degli esercizi commerciali e nella creazione di spazi verdi e isole pedonali per abitanti e turisti. Si passerà poi all’ottimizzazione dei consumi energetici e idrici, all’implementazione delle nuove tecnologie sostenibili e alla messa in atto di iniziative volte alla diminuzione del consumo di fonti energetiche di origine fossile.

Nella stessa direzione sarà avviato un processo di sviluppo turistico e agricolo eco-sostenibile che dovrebbe consentire all’isola una maggiore autonomia dal punto di vista alimentare (il 100% dei generi alimentari sono importati).

Con il progetto “Smart Island Economies” la Carbon War Room mira a sviluppare un modello replicabile anche in altre isole dei Caraibi e del Pacifico intenzionate ad abbracciare la sostenibilità ambientale.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

{ 1 trackback }