Atlanta: la cintura verde là dove c’era una vecchia ferrovia in disuso

di Alessandra Mambri del 25 agosto 2012

Il recupero e la riqualificazione urbanistica all’insegna della sostenibilità è ai giorni d’oggi un tema di importanza capitale nelle agende di tutte le grandi città nel mondo. Da qualche anno si è sviluppata la felice tendenza al recupero di strutture in disuso come le linee ferroviarie dismesse e trasformate in giardini: note le esperienze di New York con la High Line e Parigi con la sua Promenade Planteé, la prima passeggiata verde realizzata recuperando in maniera sostenibile il tratto di una ferrovia in disuso.

Atlanta: la cintura verde là dove c’era una vecchia ferrovia in disuso

Con la consapevolezza sempre più diffusa che il verde migliori la qualità di vita delle città e dei suoi abitanti, grazie alla riduzione dell’inquinamento urbano, all’attenuazione dei rumori e delle isole di calore, si tende a demolire vecchie strutture e riqualificarle come parchi urbani.  Il fenomeno ha riscosso numerosi successi ed è attualmente oggetto di studi anche nella città di Atlanta, metropoli statunitense moderna con traffico e inquinamento urbano classici delle città industrializzate.

Un progetto orientato ad un percorso sostenibile e di trasformazione radicale – la cosiddetta Atlanta Beltline, i cui lavori sono cominciati nel 2007 e sono tuttora in corso – sta contribuendo a cambiare l’aspetto della città favorendo le potenzialità ecosostenibili della stessa. La combinazione di costi minori e basso impatto ambientale sembra essere la soluzione vincente per sostituire la vecchia linea ferroviaria della città e trasformare l’area in un parco pubblico. I giardini si alternano alla vegetazione spontanea, in un percorso ricco di specie vegetali e percorribile sia a piedi che in bicicletta.

Con percorsi pedonali, piste ciclabili e parchi disseminati lungo il percorso, il progetto sta aiutando la connessione dei vari quartieri della città. Attualmente sono attivi due “lati” del quadrilatero verde che dovrebbe cingere Atlanta e per un terzo lato è prevista l’inaugurazione in estate.

Non solo, Atlanta, che stava perdendo popolazione negli anni settanta e ottanta, grazie a questo progetto sta vivendo una rinascita e un ripopolamento del suo nucleo urbano.

Lungo il percorso, i residenti possono sostare in uno dei quattro parchi, compreso DH Stanton Park e lo storico Parco Ward che, a detta degli sviluppatori, ha trasformato 17 ettari di terreno incolto in un “oasi scintillante”.

Inoltre, grazie alla donazione di  25.000 dollari di una gloria locale, il famoso skater Tony Hawk, la linea di cintura ha creato anche il primo skatepark pubblico di Atlanta.

Recuperare e trarre vantaggio da ciò che resta abbandonato e crea disagio alle città, favorendo la rinascita di polmoni verdi e arterie pedonali e ciclabili dovrebbe essere una pratica da seguire anche nelle metropoli italiane.

Lo capiremo in tempo?

Leggi anche:
Parigi: alla scoperta della Promenade Plantée
La High Line di New York: come ti trasformo in un giardino la linea della metro in disuso

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment