Notizie

Auto ibride in commercio e novità a breve: si accelera verso una mobilità sostenibile

Ridotti consumi di carburante e ridotte emissioni di gas di scarico nelle zone urbane: queste le caratteristiche principali delle auto ibride, per una mobilità che tutti noi auspichiamo possa divenire progressivamente sempre più sostenibile.

Auto ibride in commercio e novità a breve: si accelera verso una mobilità sostenibile

AGGIORNAMENTO: Auto ibride 2015, il listino completo

Ma cominciamo innanzitutto col definire con precisione di che cosa si tratta quando si parla di auto ibride.

La Hybrid Car, innanzitutto, è una vettura che nel suo abitacolo affianca al tradizionale motore termico (a benzina, gasolio oppure gas), un motore elettrico le cui speciali batterie si ricaricano in modo automatico, mediante il generatore di bordo – mentre si procede a qualunque velocità – e attraverso il sistema di recupero di energia in frenata (e in alcuni casi anche in decelerazione). Il motore elettrico lavora alle basse velocità (non oltre 40 km/h) tipiche delle tratte cittadine, quello termico entra invece in funzione nelle tratte percorribili a velocità medio-alte.

Non esiste un’unica tipologia di tecnologia ibrida, ragione per la quale esistono modelli differenti di veicoli. Le auto denominate Micro Hybrid rappresentano il modello base e non hanno installato un vero e proprio motore elettrico: semplicemente la loro parte elettrica (costituita di normale batteria da 12 volt e motorino di avviamento) è dotata di stop&start del propulsore termico, che lo spegne al semaforo e in sosta nel traffico per riaccenderlo quando si preme acceleratore o frizione.

Le auto dette Mild Hybrid presentano nell’impianto elettrico motori da 10-15 Kw, alimentati da batterie da 42 a 150 volt, che oltre a permettere a quello termico di sfruttare lo stop&start lo aiutano in fase di accelerazione.

Le auto classificate come Full Hybrid sono le uniche in grado di viaggiare anche in sola modalità elettrica, grazie all’ausilio di motori e batterie più potenti; la loro autonomia è però limitata a tragitti di massimo un paio di chilometri con velocità inferiore ai 50 km/h. Per questo motivo quasi tutti i costruttori stanno sperimentando prototipi alimentati da batterie al litio. Se da un lato le batterie al litio garantiscono una maggior autonomia, dall’altro il loro essere troppo costose ne preclude l’immediato impiego nella produzione di auto in serie.

Ma quali i principali modelli di auto ibride in circolazione o attesi prossimamente sul mercato?

La Mercedes S400H è la prima ibrida di serie al mondo a possedere le batterie al litio, ma nel suo caso il motore elettrico funge solo da ausilio a quello termico in fase di accelerazione (costo di oltre 90.000 euro).

Da fine 2011/ inizio 2012 sarà in commercio la Prius Toyota (l’antesignana delle ibride, uscita in Giappone nel 1997) nella sua evoluzione ”ricaricabile” Plug-in, come anticipavamo lo scorso settembre: un’auto uguale a quella attuale ma con batterie al litio (invece che al nichel), ricaricabili sia in movimento che alla presa elettrica del garage o presso speciali colonnine di carica, che permetterà di viaggiare in solo elettrico per 20 km, con emissioni pari a zero. Sempre la casa automobilistica nipponica farà uscire sul mercato, entro l’anno, la Lexus CT 200h: vettura insieme elegante e sportiva, che ambisce a conquistare una clientela più giovane (per acquistarla si dovrà sborsare una cifra di poco inferiore ai 30.000 euro).

Lo stesso intento della Honda CR-Z, già in vendita (da 21.800 euro): design moderno e con la novità del cambio, non automatico ma manuale a 6 rapporti.

Già in circolazione anche la nuova BMW X6: se guidata in città sono ottime le sue prestazioni e consentono un risparmio di carburante del 20% (107.000 euro il prezzo).

Ad inizio 2011 arriverà invece la versione ibrida della crossover 3008 della Peugeot: abbinando al motore elettrico un motore Diesel, saranno garantiti consumi ridotti ed emissioni a bassi regimi; per la sua versione Plug in occorrerà però attendere fino al 2012.

Nel corso del 2011 verranno poi commercializzate la Infiniti M35 Hybrid, che – nella parole del vicepresidente del luxury brand della Nissan – promette di marciare con il solo elettrico fino a velocità di 100 km/h, e la Land Rover LRX, fuoristrada compatto la cui efficienza porterà  ad una riduzione del 40% di Co2 immessa nell’aria.

Tra 2012 e 2013 Volkswagen lancerà la Jetta Hybrid, la Passat Hybrid e la Golf Hybrid, una strategia ibrida inaugurata dalla Casa tedesca proprio in questo 2010 con il modello di suv Touareg (73.400 euro).

Insomma, sempre più valida e diversificata l’offerta di auto ibride, per il bene di noi consumatori e dell’ambiente tutto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button