Bacopa Monnieri o issopo d’acqua: una pianta importante nella tradizione della medicina ayurvedica

Non solo è un ottimo antiossidante, ma è anche un vero e proprio ansiolitico naturale

Pianta acquatica originaria dell’India, la Bacopa Monnieri o issopo d’acqua è una varietà botanica nota fin dall’antichità. Viene usata in fitoterapia per le sue interessanti proprietà contro l’insonnia persistente e l’ansia, e risulta efficace anche su alcuni processi mentali, come la concentrazione e la memoria.

Ma è soprattutto nell’ambito della millenaria tradizione dell’Ayurveda che questa pianta è usata e conosciuta, come antiossidante e per contrastare l’invecchiamento cellulare e la formazione dei radicali liberi.

Nota come issopo d’acqua, in India viene chiamata ‘Brahmi‘, in riferimento al dio Brahma, venerato nella religione induista. Questa pianta acquatica era adoperata già dall’antichità come rimedio naturale.

Scopriamone le applicazioni e come utilizzarla al meglio.

Bacopa monnieri: da dove viene

Questo il nome scientifico della varietà più diffusa di questa pianta, un’erba perenne strisciante originaria delle aree umide dell’India meridionale e orientale. Essa cresce spontaneamente però anche in zone diverse dal continente asiatico, come l’Europa e l’Australia.

Bacopa monnieri è il nome della varietà più diffusa di questo specie botanica.

Bacopa: la pianta

Questa pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Scrofulariaceae. Si contraddistingue per le foglie spesse ed per i suoi piccoli fiorellini bianchi. La fioritura in genere avviene tra i mesi di aprile e settembre.

Bacopa: le proprietà terapeutiche

Grazie alle sostanze in essa presenti, questa pianta può vantare interessanti proprietà antiossidanti. In particolare si ritrovano buone concentrazioni di vitamina C, flavonoidi, saponine e sali minerali, come ferro, calcio e fosforo.

I principali benefici di questa specie botanica sono associati ai principi attivi in essa presenti. Ad esempio, tra questi si trovano la bacosaponina, l’acido betullico e il beta-sisterolo.

Bacopa: a cosa serve

Gli usi di questa varietà botanica sono legati sia alle proprietà terapeutiche sia alla bellezza estetica dei suoi fiori. Nel primo caso viene adoperata come rimedio naturale, soprattutto nell’ambito della tradizione dell’ayurveda.

Nel secondo caso, invece, viene adoperata per finalità essenzialmente decorative. Inoltre, grazie alle sue proprietà antiossidanti, i suoi estrattii vegetali vengono impiegati in ambito cosmetico per la preparazione di creme e lozioni anti-age.

La Bacopa e l’acquario

Uno degli utilizzi possibili di questa specie botanica è all’interno degli acquari. La pianta si adatta, infatti, con facilità a questo tipo di ambiente e tende a crescere con elevata rapidità.

Bacopa: è un rimedio naturale molto noto nella tradizione della medicina ayurvedica.

Bacopa: i benefici

Grazie alla sua azione antiossidante, questa specie botanica si rivela un rimedio naturale utile per prevenire e contrastare l’invecchiamento cellulare e la formazione dei radicali liberi.

L’azione benefica sui processi mentali è associata, invece, all’effetto dei principi attivi presenti nella pianta. In particolare, si riscontra un effetto benefico sul sistema nervoso in termini di miglioramento della capacità di attenzione e concentrazione, con più efficaci performance nella memorizzazione.

Molto noto è anche l’effetto dell’estratto di questa pianta come un vero e proprio ansiolitico naturale.

Bacopa per l’insonnia

Nella tradizione della medicina ayurvedica, l’estratto di brahmi può essere assunto per contrastare un’insonnia persistente.

Bacopa: quando assumerla

Nell’Ayurveda i suoi estratti vengono adoperati per il trattamento dell’insonnia o per una maggiore efficienza delle abilità cognitive.

Bacopa come integratore

L’estratto di questa varietà botanica può essere acquistato in commercio sottoforma di integratore.

Recentemente il Ministero della Salute ha introdotto ha introdotto gli estratti ottenuti da questa pianta nella lista delle piante ammesse all’impiego negli integratori.

Gli effetti fisiologici riconosciuti alle parti della pianta sono quelle legate a memoria e funzioni cognitive, al rilassamento, soprattutto durante il sonno e, più in generale, al benessere mentale.

Bacopa in gocce

Può essere disponibile sia in gocce, che in capsule o compresse.

Prezzi aggiornati il 20-09-2021 alle 3:29 PM.

Integratore a base di Bacopa: controindicazioni

Seguendo i dosaggi indicati, l’assunzione non dovrebbe presentare delle particolari controindicazioni. Tuttavia, è importante valutare la comparsa di eventuali effetti collaterali. Tra gli effetti collaterali rilevati nella letteratura, spiccano nausea e disturbi gastrointestinali come reazioni avverse associate al consumo degli estratti di questa pianta officinale.

In particolare, l’utilizzo va limitato o evitato in caso di ipersensibilità verso i componenti della pianta. Meglio, inoltre, evitare la somministrazione a bambini e adolescenti o alle donne in gravidanza o nel periodo dell’allattamento.

Anche in inglese, la bacopa è nota con il nome di issopo d’acqua (Waterhyssop)

Bacopa: coltivazione della pianta

Oltre ai suoi molteplici utilizzi fitoterapici, questa pianta officinale può essere coltivata anche a scopo ornamentale. L’habitat naturale prediletto di questa specie botanica è quello delle aree paludose e umide.

La pianta cresce spontaneamente nei dintorni di laghi, torrenti o ristagni di acqua. Grazie alla sua velocità di crescita e alla sua capacità di adattamento, trova il suo impiego anche come pianta per gli acquari. Le condizioni ideali prevedono l’esposizione in luoghi parzialmente luminosi.

La preferenza, inoltre, è per le acque fredde sebbene tolleri anche le acque con una temperatura pari a circa 30°.

Outbrain

Share
Published by
Elle

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.