Categories: Bici

La bici elettrica pieghevole, una via di mezzo tra il monopattino e una city bike

Cos'è, che vantaggi offre e i consigli per fare l'acquisto migliore

Il mercato delle e-bike è in costante crescita. Tra i modelli più richiesti, troviamo la bici elettrica pieghevole, un mezzo di trasporto sempre più usato soprattutto nelle grandi città.

Pratica e comoda, semplice da usare ed ovviamente, totalmente sostenibile, permette di spostarsi agilmente ovunque, evitando problemi di traffico e parcheggio. Inoltre, essendo pieghevole, la si può trasportare senza problemi anche sui mezzi pubblici perché occupa pochissimo spazio.

Questo veicolo total green, rappresenta la soluzione ideale per gli spostamenti in città, specie se prevedono l’integrazione con mezzi pubblici.

Andiamo a conoscere meglio questi mezzi, capire come funzionano e come scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze personali.

Bici elettrica pieghevole: cos’é?

Nota anche come “eFolding”, la bici elettrica pieghevole è una ebike con telaio richiudibile.

Si tratta di una tipologia nata per soddisfare le esigenze delle numerose persone che vivono soprattutto nelle grandi città e utilizzano anche bus, treni e metropolitana per spostarsi. Il modello e il meccanismo di funzionamento sono molto simili a una classica city bike. La differenza sostanziale sta nel telaio pieghevole che dà la possibilità di chiuderla e portarla in giro occupando pochissimo spazio. Si può infatti parcheggiare ovunque: dentro casa, in ufficio e sui mezzi pubblici.

Potremmo dire che, per le sue caratteristiche e la sua funzionalità, la bici elettrica pieghevole è la perfetta via di mezzo tra un monopattino e una bicicletta elettrica.

Bici elettrica pieghevole: caratteristiche

Nata per poter essere trasportata con facilità ed occupando il minimo ingombro possibile, la bici elettrica pieghevole presenta caratteristiche bene specifiche.

  • Si piega con facilità e senza fatica: il telaio è stato studiato in ogni dettaglio per potersi richiudere agilmente
  • È leggera, proprio perché si tratta di un mezzo che è stato studiato per essere portato in giro
  • I materiali di fabbricazione sono resistenti e ultra leggeri, perché specifici e performanti, come carbonio e alluminio
  • le ruote hanno un diametro inferiore rispetto a quello di una normale bicicletta. Il diametro minimo consigliato per le ruote è di 20 cm, così da avere la massima stabilità durante la pedalata
  • È dotata di motore elettrico che si trova sotto il sellino
  • Ha una batteria che, spesso, non è altamente performante, al fine di garantire la leggerezza

Bici elettrica pieghevole: come funziona

Ogni modello ha un proprio sistema di chiusura e apertura della bici elettrica pieghevole che è dettagliatamente spiegato nel libretto di istruzioni del prodotto. In genere, comunque, il meccanismo è abbastanza semplice. Si tratta infatti di un’operazione che richiede pochi secondi (circa 20-30 secondi).

All’inizio si deve fare un po’ di pratica ma, poi, già solo dopo qualche volta, si raggiunge dimestichezza.

Vediamo qui di seguito i passaggi fondamentali:

  1. rimuovere i fermi
  2. piegare la ruota posteriore
  3. chiudere il telaio spostando, se necessario, i pedali
  4. fare in modo che le due ruote si sovrappongano
  5. abbassare tutto il manubrio
  6. ripetere l’operazione con il sellino
  7. bloccare la configurazione della bici

Ovviamente, per aprire la e-bike pieghevole, basta eseguire il procedimento inverso.

Bici elettrica pieghevole: vantaggi

Com’è facilmente intuibile, proprio per le sue intrinseche caratteristiche, i vantaggi di una bici elettrica pieghevole sono molteplici.

  • Consente di spostarsi velocemente in città
  • Si può trasportare ovunque anche sui mezzi pubblici
  • Risolve il problema di traffico e parcheggio
  • Il telaio è ultra leggero; il mezzo ha quindi un peso molto contenuto (media intorno ai 20-25 Kg)
  • Una volta chiusa, occupa pochissimo spazio. La si può quindi tenere in casa o in ufficio, evitando il rischio di furto. Sta benissimo anche nel bagagliaio dell’auto
  • La pedalata assistita permette di raggiungere ogni destinazione senza troppi sforzi

Bici elettrica pieghevole: svantaggi

Dopo aver visto tanti vantaggi, passiamo ora a prendere in considerazione anche qualche svantaggio delle bici elettriche pieghevoli.

  • Minore stabilità a causa delle ruote piccole
  • Progettate unicamente per la mobilità urbana. Non sono quindi utilizzabili su sterrati o fuoristrada
  • Trasporto poco pratico per i modelli in cui è necessario rimuovere alcune parti della bicicletta per ripiegarla
  • Richiesta una manutenzione piuttosto frequente

Bici elettrica pieghevole: normativa

La legge che regola la mobilità elettrica prevede le medesime indicazioni per le bici elettriche classiche e quelle pieghevoli, sulla base della direttiva europea 2022/24/CE.

In Italia, le bici elettriche pieghevoli possono essere inquadrate come velocipedi, nel rispetto di quanto disposto dagli articoli 50 e 182 del Codice della Strada. Nello specifico, devono avere una potenza del motore non superiore a 250 watt, la pedalata assistita deve attivarsi dopo la spinta iniziale manuale e, quando viene raggiunta la velocità di 25 Km/h, il motore elettrico si deve disattivare.

In questi casi, le biciclette elettriche pieghevoli possono usufruire di alcune agevolazioni come l’utilizzo anche senza casco (sebbene fortemente consigliato), la guida senza patente anche per i minorenni, l’assenza di oneri come targa, bollo e assicurazione.

Di contro, se l’e-bike pieghevole supera i predetti parametri, il veicolo viene allora classificato come ciclomotore. In questo caso, la bici elettrica è legale ma, prima di circolare su strada, è necessario richiedere la targa, pagare il bollo e attivare una polizza assicurativa. Inoltre, è necessario indossare il casco, ottenere il rilascio della carta di circolazione e avere una patente di guida compatibile. Le e-bike elettriche equiparate ai ciclomotori si possono condurre con la normale patente B; in alternativa, a partire dai 14 anni, bisogna prendere la patente AM, quella con cui si possono condurre mezzi fino a 50 cm cubici di cilindrata o con potenza non superiore a 4 kW e velocità fino a 45 Km/h.

In commercio esistono diversi modelli, che possono variare significativamente per peso, dimensioni e funzionalità.

Come scegliere la bici elettrica pieghevole

Prima di acquistare una bici elettrica pieghevole bisogna valutare vari parametri che sono del tutto simili a quelli da considerare per comprare una bicicletta elettrica classica.

Oltre ai dettagli tecnici che andremo ad analizzare a breve, bisogna anzitutto tenere conto delle proprie esigenze. Tra i principali fattori da considerare ci sono, ad esempio, i chilometri da percorrere abitualmente e le caratteristiche del tragitto.

Concentriamoci ora sulle caratteristiche tecniche del mezzo.

Potenza

Il motore è la parte più importante per garantire la pedalata assistita. Secondo le normative, le e-bike non devono superare i 250W, altrimenti vengono considerate dei ciclomotori e quindi, per l’utilizzo, è necessario possedere la patente e dotarsi di bollo e assicurazione.

Posizione del motore

Il motore può essere posizionato in 3 posti diversi: anteriore, centrale o posteriore. La soluzione migliore è quella centrale. In posizione anteriore, può infatti costituire un problema nel caso di cambio ruota e, inoltre, la trazione potrebbe non essere ottimale in salite in forte pendenza. Altrettanto poco vantaggioso è il motore collocato in posizione posteriore perché rende difficoltoso lo smontaggio.

Peso e dimensioni

Di solito, il peso di un’e-bike pieghevole a pedalata assistita può andare dai 10 kg per i modelli più leggeri ad oltre 30 kg. La grande differenza è data dal materiale del telaio, dalle ruote, dal motore e dalla batteria.

Batteria

Una bici elettrica deve avere una batteria potente per garantire una lunga autonomia prima di essere ricaricata. Le batterie possono essere agli ioni di litio, a Ni-MH o a piombo gel. Le prime, più leggere e durature, sono le migliori. In genere, sulle bici elettriche pieghevoli, la batteria è collocata sul telaio e quasi sempre è possibile estrarla per metterla in carica.
Si consiglia di preferire modelli dotati almeno di una batteria da 36 volt e 10 Ah, possibilmente rimovibile.

Autonomia

L’autonomia indica i km che si possono percorrere con una batteria a pieno carico. Bisogna fare attenzione al numero di km che viene dichiarato dalle aziende produttrici di e-bike perché è in quanto soggetto a diverse variabili: il tipo di strada che si percorre, il peso del guidatore, l’usura della batteria, il livello di assistenza impostato…

Pedalata assistita

La pedalata assistita entra in funzione semplicemente pedalando. Alcune e-bike pieghevoli hanno il sensore di pedalata, che permette di pedalare senza fare fatica perché mantiene costante l’intensità; altre, invece, sono dotate di sensore di sforzo, che si regola in base alla pedalata stessa. Questa seconda versione è perfetta per chi vuole utilizzare la bici non solo come mezzo urbano per muoversi ma anche per fare sport.

Sistema di ripiegatura

La piegatura può essere centrale o laterale. La prima, che sfrutta il centro del telaio come perno, costituisce il sistema di chiusura più rapido e veloce, ma non riduce al massimo l’ingombro. Con il sistema di piegatura laterale, che consiste nello spostare la ruota posteriore sotto il telaio, una volta chiusa, la bici è molto compatta e può essere sistemata davvero ovunque. Questo secondo sistema, seppur leggermente meno pratico e veloce rispetto al primo, garantisce però ottimi risultati.

Bici elettrica pieghevole: struttura e materiali

Oltre ai fattori tecnici appena analizzati, quando si prende in considerazione l’acquisto di una e-bike, vanno valutati anche i fattori relativi alla struttura e ai materiali con cui la bici è stata realizzata.

Telaio

Componente portante della bici dai cui materiali dipendono il suo peso, la sua robustezza e la sua leggerezza. In genere è realizzato in alluminio. I modelli di alta gamma sono in fibra di carbonio, materiale molto più leggero.

Ruote

La maggior parte delle bici elettriche pieghevoli ha ruote piccole e poco ingombranti. Le più diffuse sono le ruote da 20 pollici, ma si trovano anche ruote da 16 pollici o addirittura ancora più piccole. Ovviamente sono indicate per superfici piane e lisce; mentre non sono adatte per spostarsi su salite o strade sterrate.

Cambio

Quasi tutte le e-bike pieghevoli a pedalata assistita sono modelli monomarcia, privi quindi di cambio. Esistono comunque anche mezzi con un cambio a diversi livelli di velocità.

Sistema frenante

Le bici elettriche possono avere il freno a disco, a tamburo o V-brake.

Accessori

Oltre alle funzionalità base, la differenza fra i vari modelli di bici elettrica pieghevole la fanno gli accessori. Tra i vari, ricordiamo, ad esempio, il computer di bordo, la sacca per il trasporto della bici, il display LCD e le luci a LED utili per la guida notturna.

Garanzia

È importante controllare la garanzia. In genere si trova nella scheda tecnica ed è compito del rivenditore metterla in evidenza. La garanzia ottimale è quella di due anni, in modo tale da avere supporto e assistenza in caso di problemi, inclusa l’usura della batteria.

Quanto costa una bici elettrica pieghevole?

I prezzi di una bici elettrica pieghevole sono variabili e dipendono da diversi aspetti, come la qualità costruttiva, la potenza del motore, la capacità della batteria, la meccanica, il sistema di piegatura…

Sul mercato è possibile anche trovare modelli low cost, intorno ai 400 euro. Diciamo comunque che, per una e-bike pieghevole di buona qualità, il prezzo giusto da spendere è di almeno 700-800 euro. Per i prodotti top di gamma il prezzo poi aumenta fino a superare 1.000 euro.

Qual è la migliore bici elettrica pieghevole?

Di seguito, vi presentiamo la nostra selezione di alcune biciclette pieghevoli che abbiamo scelto in uno dei più famosi negozi specializzati in sport e, ovviamente, on-line, dato che, oggigiorno, è il sistema di acquisto preferito da molti.

Bici elettrica pieghevole Amazon

C’è un’ampia scelta di prodotti sul più famoso store online. Ecco qualche esempio.

  • DYU. Bicicletta elettrica pieghevole con pedalata assistita. Regolabile in Altezza, è compatta e portatile. Con motore da 250 W 36 V, può raggiungere una velocità massima di 25 km/he un’inclinazione massima di 15 gradi. La batteria al litio ricaricabile da 10-Ah garantisce una lunga durata della batteria. Può percorrere 35-40 km in modalità bici leggera. Portata massima 120 kg. I pneumatici monopezzo sono in lega di alluminio da 14 pollici e hanno una presa più forte.
  • SAMEBIKE 20LVXD30. Bici elettrica pieghevole con telecomando (dimensioni 80 x 58 x 68 cm). Motore brushless sincrono ad alta velocità a magnete permanente permette conversione ad alta efficienza, risparmio energetico, salita rapida, bassa rumorosità durante il funzionamento, forte capacità di interferenza anti-elettronica e prestazioni antivibranti. La batteria al litio rimovibile da 48 V 10 Ah ha durata eccellente. Possibilità di scegliere 3 modalità di guida: pura elettricità, pedalata assistita, guida della manodopera. Adatta per adulti, sella e manubrio sono regolabili per diverse altezze. Portata massima 120 kg.
  • The one. Bicicletta elettrica pieghevole a pedalata assistita EASY matt black. Con motore 250W Brushless, monta una batteria da 36V – 8AH e ruote 20″ KENDA. Telaio in acciaio pieghevole, pedali in alluminio pieghevoli e portapacchi posteriore rimovibile. Portata max 110 kg. Presenti display LCD e luci a LED anteriore e posteriore.
  • Windgoo B3. Bici elettrica pieghevole con componenti pre-assemblati. Il telaio in alluminio è molto leggero (pesa solo 14,7 kg) ma riesce a sostenere fino a 110 kg. Le prestazioni sono ottime: il motore assicura che la e-bike possa scalare pendii da 12°-15° e fornire velocità fino a 23Km/h con il minimo rumore. La batteria Li-ion da 36V 6.0AH si ricarica in 4 ore e può viaggiare fino a 16-17 km.
  • i-Bike I- Fold Easy, Bicicletta elettrica pieghevole unisex di colore nero che monta un motore posteriore brushless da 200Watt. La batteria in litio da 25,2V – 6Ah si ricarica in 6 ore ed ha un’autonomia di 20 km. Peso 22 kg – Portata 100 kg.

Bici elettrica pieghevole Decathlon

Questi invece sono i modelli da tenere d’occhio sul sito Decathlon.

  • B’TWIN garant è una bici pieghevole a pedalata assistita TILT 500 E bianca. Da chiusa, misura 83 x 67 x 45 cm; aperta, 155 x 114 x 60 cm. Abbastanza leggera, pesa 18,6 kg. In vendita a 849,99 euro
  • ICON.E. E Road blu. Bicicletta elettrica pieghevole a pedalata assistita unisex, dalla linea elegante e il design minimal. Monta un motore da 250W Brushless e raggiunge la velocità massima di 25 km/h. Il telaio è in alluminio e la batteria SAMSUNG 36V- 396Wh ha un’autonomia massima di 30-40 km, mentre si ricarica in 4-6 ore. Tra gli accessori, segnaliamo il display LCD, il cambio Shimano a 6 velocità, le luci a LED e la sella comfort e ribaltabile per estrazione batteria. Peso totale 25 kg – Portata massima 115kg. Prezzo 1.199,99 euro
  • THE ONE. Bicicletta elettrica pieghevole a pedalata assistita di colore nero. Con telaio in alluminio, ha un motore da 250W Brushless e raggiunge la velocità massima di 25 km/h. Monta ruote 20×2” KENDA, freno a disco meccanico ant. / post, cambio SHIMANO a 7 velocità. Pluriaccessoriata, sono presenti: display LCD, luci a LED anteriori, canotto sella facile da regolare, cavalletto posteriore, manubrio pieghevole, parafanghi ant. / post., catarifrangente posteriore, porta pacchi posteriore rimovibile. La batteria da 36V – 360Wh si ricarica in 4-6 ore ed ha un’autonomia per 25-35 km. Peso totale 23 kg – Portata massima 110 kg . Prezzo 1.199,99 euro
  • VIVOBIKE VF 21 fatbike 20″. Bici pieghevole elettrica a pedalata assistita . Grazie ai copertoni larghi e all’ammortizzatore anteriore, questa bicicletta pieghevole può superare ogni ostacolo urbano. Il motore da 250 Watt brushless e la batteria LG da 36V e 14 Ah consentono un’autonomia di 60 Km. In offerta a 999,99 euro
  • ICON.E. E-ROAD PLUS nero/mimetico. Bicicletta elettrica pieghevole a pedalata assistita, con telaio in alluminio, batteria SAMSUNG 48V- 624Wh, Motore 250W Brushless, e ruote 20×4.0″ KENDA. Dotata di freno a disco TEKTRO anteriore e posteriore, forcella ammortizzata, Cambio Shimano a 6 velocità, display LCD a colori, luci a LED azionabili dal display, sella ROYAL ribaltabile per estrazione batteria. Autonomia di max 30-40 km. Peso totale 25 kg – Portata massima 115kg. Prezzo 1.499,99 euro

Tutto per la bici

Se siete amanti delle due ruote non perdetevi anche questi approfondimenti.

Outbrain
Share
Published by
Federica Ermete

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.