Bio-architettura africana: anche il continente nero si vota all’edilizia sostenibile

di Alessia del 18 ottobre 2011

Mario Cucinella, architetto italiano noto per la realizzazione di edifici a basso consumo, sarà il responsabile del nuovo progetto eco-sostenibile in Africa: realizzare un complesso di 21mila metri quadrati a One Airport Square, nella piazza antistante la zona degli affari della città di Accra, capitale dello Stato del Ghana.

A commissionarlo è stata la Società Actis & laurus development partners con lo scopo di mettere in piedi un nuovo centro destinato a divenire punto nevralgico del commercio, ad uso per lo più dei dipendenti.

I lavori sono iniziati l’8 settembre del 2011 e si stima termineranno fra 24 mesi.

L’edificio è posto in un ambiente ostile, per cui l’architetto Italiano Mario Cucinella ha pensato bene di valutare la possibilità di gestire al meglio gli spazi servendosi di una serie di escamotage architettonici per rendere ospitale e gradevole una struttura di fatto posta in un’area particolarmente assolata.

Nell’area nord-est è stata pensata una piazza di raccolta aperta al pubblico, mentre i negozi e gli uffici saranno dislocati nella parte opposta.

Essendo una zona esposta continuamente a forti radiazioni solari, l’architetto ha previsto delle terrazze a sbalzo, in grado di impedire che i raggi arrivino direttamente sulle vetrate, oltre alla presenza di una fitta vegetazione per creare un microclima adeguato. Le facciate principali sono state organizzate verso i lati nord e sud dell’edificio,  risultati come meno assolati, mentre nella parte interna sono previsti dei cortili per facilitare la ventilazione.

Con questi piccoli accorgimenti, secondo Cucinella, sarà possibile diminuire anche i consumi dell’aria condizionata. Ennesimo esempio di come l’architettura possa andare a braccetto con l’ecologia!

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment