Categories: EventiEvents

Biodiversamente 2011, gioca a fare lo scienziato e aiuta il WWF e la ricerca

Anche quest’anno “Biodiversamente” – il Festival dell’ Ecoscienza organizzato da WWF Italia e dall’Associazione Nazionale Musei Civici – apre le porte di musei scientifici, orti botanici, acquari, oasi protette e parchi nazionali per inaugurare una delle più importanti kermesse dedicate alla natura e ai temi del’ecologia.

Il 22 al 23 ottobre, infatti, sarà possibile partecipare gratuitamente a laboratori, visite guidate, mostre, giochi interattivi e tanto altro ancora per vivere a pieno un week-end dedicato alla conoscenza e alla scoperta.

La novità di quest’anno si chiama “Scienziati si diventa” ed è la divertente applicazione creata appositamente per i social network (Facebook e Twitter) dagli organizzatori del festival.

Accedendo dal sito ufficiale WWF l’utente potrà creare il proprio avatar sostituendo l’immagine del suo profilo con quella di uno dei 10 più grandi ricercatori e scienziati della storia, scegliendo quello preferito o nel quale ci si riconosce di più: Aristotele, Linneo, Darwin, Mendel, Lorenz, Fossey, Von Humboldt, Wallace, Franklin e Carson. Personaggi che hanno sicuramente cambiato le sorti dell’umanità, contribuendo al miglioramento della vita sulla terra e arricchendo notevolmente il bagaglio di conoscenze umane rispetto alla scienza e alla natura.

“Scienziati si diventa” non è solo un gioco ma un’importante iniziativa per salvare la ricerca scientifica italiana sulla biodiversità, oggi più che mai a rischio “estinzione” vista la carenza di fondi e le innumerevoli problematiche economiche e politiche che influenzano negativamente questa importante attività.

Giocare a fare lo scienziato, insomma, non è mai stato così utile.

Se ti interessa ill WWF, allora ti piaceranno anche questi articoli:

Outbrain
Share
Published by
Erika Facciolla

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.