Notizie

Campionato Solare 2011 Legambiente: il contest tra comuni virtuosi del solare

Si è concluso lo scorso settembre l’edizione 2011 del Campionato solare, manifestazione ideata da Legambiente allo scopo di capire e raccontare i risultati di diffusione del solare termico e fotovoltaico nei territori italiani. Ben 3.921 i Comuni che si sono sfidate sul terreno eco-compatibile, per un iniziativa organizzata in collaborazione con la Fiera Klimaenergy di Bolzano.

Campionato Solare 2011 Legambiente: il contest tra comuni virtuosi del solare

I dati trattati provengono dal Gse (Gestore dei servizi energetici), da Comuni, Province, Regioni, da aziende, privati ed Enti Pubblici. Le classifiche mettono in luce i risultati più importanti realizzati nei Comuni in termini di risposta del solare ai fabbisogni delle famiglie (elettricità e acqua calda sanitaria, riscaldamento delle case) e sono elaborate in funzione della popolazione residente.

Favoriti dal punteggio i comuni più virtuosi in termini di  politiche energetiche, come i Regolamenti Edilizi, e per progetti realizzati in aree degradate o soggette a bonifica. Considerati con favore, ovviamente, anche gli impianti fotovoltaici su tetti o coperture rispetto a quelli a terra, opportunità valida per avvicinare domanda e produzione di energia.

Terento (BZ), Torre San Giorgio (CN) e Prato allo Stelvio (BZ) sono le amministrazioni che si sono dimostrate più avanti nella rivoluzione energetica che il solare consente di realizzare come alternativa pulita, e moderna alle fonti fossili.

  • Con i suoi 186 impianti distribuiti tutti su tetti e coperture, e un contributo del fotovoltaico che copre in toto i fabbisogni elettrici dei residenti, il centro altoatesino di Terento si è aggiudicato la classifica assoluta. Determinanti anche i 1.800 mq impianti termici distribuiti sul territorio.
  • A Torre San Giorgio, in Piemonte, la quota si attesta invece a 1.556 mq, di cui 1.000 posizionati su un originale impianto a parete verticale di un’azienda locale e utilizzato per l’essiccazione della biomassa.
  • Risultano poi installati 3,3 MW fotovoltaici, statistica lodevole ma quasi annichilita dai 5.6 MW registrati in quel di Prato allo Stelvio, di nuovo in Alto Adige.

La prossima sfida che attende questi tre Comuni sarà la  RES Champions League, la competizione tra le migliori esperienze dei Governi locali nello sviluppo delle fonti rinnovabili.

APPROFONDIMENTO: E’ Bolzano la città più solare d’Italia


Tornando al contest, la commissione giudicante ha inoltre assegnato due premi speciali:  al Comune di Padova per il progetto di solarizzazione degli edifici comunali, che ha portato a installare 52 impianti, e al Comune di Vaiano (Po), per il progetto di un impianto fotovoltaico integrato realizzato in una ex discarica.

Chiudiamo con il commento soddisfatto di Edoardo Zanchini, Responsabile Energia di Legambiente. “Il solare è oggi il migliore investimento nel futuro. Un cambiamento del modello energetico è infatti oggi possibile e a portata di mano, lo dimostrano i dati del GSE, per cui l’Italia ha superato i 10mila MW di fotovoltaico installato, ma ancora di più i Comuni vincitori del Campionato Solare. Perché in questi territori il contributo degli impianti termici e fotovoltaico ha già superato i fabbisogni delle famiglie, grazie anche ad attente politiche di risparmio energetico, che hanno permesso di spingere l’innovazione e aiutare in questa direzione cittadini, associazioni, imprese“.

Un’ottima iniezione di fiducia per il futuro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close