Notizie

Cancún COP 16: cambiare subito marcia nella lotta ai cambiamenti climatici

La riduzione delle emissioni di CO2 sarà tra le priorità del vertice sul clima delle Nazioni Unite che si apre a fine novembre a Cancún, in Messico. Per contrastare il riscaldamento del globo è però indispensabile agire subito e mentre i governi faticano a trovare un’intesa su come affrontare i cambiamenti climatici, la CO2 continua ad accumularsi nell’atmosfera, dove rimarrà per centinaia di anni.

Cancún COP 16: cambiare subito marcia nella lotta ai cambiamenti climatici

Nel corso del vertice di Cancún (29 novembre – 10 dicembre) si discuterà delle misure per ridurre le emissioni dannose, del loro finanziamento e dell’eventuale prolungamento del protocollo di Kyoto. Le speranze di concludere un nuovo accordo globale nel corso del vertice sono tuttavia ridotte e anche i più ottimisti si attendono al massimo pochi progressi.

Diversi i temi in agenda: riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, realizzazione di visione comune a lungo termine, adattamenti ai cambiamenti climatici, finanziamento delle misure d’intervento e futuro del protocollo di Kyoto.

In occasione del vertice sul clima di Copenhagen del 2009, oltre 120 paesi si sono già accordati per limitare a due gradi Celsius l’aumento della temperatura terrestre. Sussistono però divergenze su come perseguire tale obiettivo. Nel campo del sostegno finanziario ai paesi in via di sviluppo, che necessitano di fondi per adattarsi al mutamento climatico, sono stati registrati dei progressi ma non c’è invece ancora una visione condivisa su come proseguire dopo il 2012, anno in cui scadrà il protocollo di Kyoto, lo strumento finora più importante delle Nazioni Unite per ridurre le emissioni di gas a effetto serra.

Il tempo per le soluzioni da adottare stringe perché i sistemi climatici evolvono lentamente: per ogni chilo di CO2 emesso, 200 grammi saranno presenti nell’atmosfera anche fra mille anni. È dunque necessario un cambio di rotta immediato. Altrimenti, continuando con il regime di emissioni attuale, la temperatura salirà di diversi gradi entro la fine del secolo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close