Chicza, il chewing gum naturale, vegetale e biodegradabile

di Marco del 30 aprile 2011

Da sempre i chewing gum sono croce e delizia di quanti sono attenti all’ambiente. Buoni da masticare ma al tempo stesso difficili da smaltire e non riciclabili. Composti da polimeri a base di benzina che ben si legano con le varie superfici, i tradizionali chewing gum una volta a terra sono di difficile rimozione.

Chicza, il chewing gum naturale, vegetale e biodegradabile

Ecco giungere però in soccorso Chicza, un chewing gum naturale, vegetale e biodegradabile prodotto da una ditta specializzata di Roma. A differenza dei comuni chewing gum Chicza oltre a non contenere polimeri a base di benzina è certificato senza glutine ed è certificato Bio.

Il chewing gum Chicza utilizza lattice estratto dagli alberi Chicozapote che crescono in Messico all’interno delle foreste pluviali della penisola dello Yucatan. Inoltre risulta facilmente smaltibile in quanto viene decomposto da agenti atmosferici uniti alla biodegradazione batterica ed enzimatica. Il risultato finale è una trasformazione in polvere che risale al suolo alla pari di altri materiali organici.

Ma dove si trova questo Chicza? Per ora in farmacie o negozi di prodotti specializzati: ce ne segnalano la presenza ad esempio presso il BioBar Narita a Monterotondo, ma già da qualche mese ci sono negozi che ne sono forniti, se potete cercatelo e provatelo.

Naturalmente, se qualcuno di voi ha avuto modo di provare Chicza ci faccia avere le sue impressioni.

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment