Notizie

Commercio equo solidale per combattere la crisi

Da un recente rapporto emerge un dato sicuramente interessante: il commercio equo solidale avanza come strumento per combattere la crisi economica.

Commercio equo solidale per combattere la crisi

I dati relativi all’anno 2009, infatti dimostrano come il commercio equo solidale sia in continua crescita oltre che in grado di creare nuova occupazione, in special modo nel nostro paese.

Il tutto grazie anche ad una corretta normativa: nove sono infatti le regioni (Liguria, Marche, Umbria, Lazio, Toscana, Abruzzo, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto) che hanno approvato vere e proprie leggi equo solidali.
Di fatto, queste norme equo solidali mettono a disposizione un importo totale di oltre un milione e mezzo di euro che contribuiscono alla sostenibilità dell’indotto ed al consolidamento del commercio equo solidale nel territorio.

Ma ai fini dello sviluppo del commercio equo solidale, risulta fondamentale la crescente sensibizzazione dei cittadini a tale novità.

Infine qualche numero sul commercio equo solidale in Italia: Agices, l’Associazione di categoria che unisce 91 soci in tutta Italia, si avvale della collaborazione di 262 organizzazioni di produttori.
Di questi 106 sono asiatici, 92 latinoamericani e 61 africani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close