Notizie

Compost senza odori con il nuovo robot mangia-rifiuti dell’Università di Catania

Un compost senza odori? Presto sarà possibile, grazie ad una invenzione sviluppata in Sicilia

Da Catania arriva Nowaste un robot da cucina che permette di trasformare i rifiuti organici in pre-compost per di più in modo inodore. Esso è stato ideato dall’IRSSAT (Istituto di Ricerca, Sviluppo e Sperimentazione sull’Ambiente ed il Territorio) di Catania. Esso rientra nel quadro del programma Europeo LIFE+, in compartecipazione con la Regione Sicilia e l’Università di Catania.

Compost senza odori con il nuovo robot mangia-rifiuti dell’Università di Catania

Nowaste è l’acronimo di “New organic waste sustainable treatment engine” (nuovo robot per il trattamento sostenibile dei rifiuti organici).

SPECIALE: La guida al compostaggio domestico

Come funziona? Prevede, dopo la triturazione dei rifiuti, l’uso di una miscela di enzimi, che bloccando i cattivi odori trasformano in pre-compost i residui alimentari che usualmente vengono conferiti in discarica. Alla fine del ciclo, questo compost senza odori, o meglio pre-compost prodotto in ogni casa grazie al nuovo robot, potrà invece essere conferito direttamente alle aziende di compostaggio. Infine, il compost finale sarà utilizzabile in agricoltura.

La sperimentazione di questo robot domestico avverrà nei comuni di Castelmola, Gaggi e Melilli, località sociologicamente molto diverse tra di loro, in cui verranno installati 1.000 prototipi affidati ad altrettante famiglie. Il test durerà 30 mesi e saranno valutate tutte le fasi del suo utilizzo. L’entusiasmo è stato tanto, con molte richieste.

Ti potrà interessare anche:

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close