Rinnovabili

Con il biodigestore l’energia arriva dalla frutta

La possibilità di generare energia dalla spazzatura è da sempre un ambizioso obiettivo.  La sua realizzazione, dal gas che si sprigiona si ottiene gas da bruciare che a sua volta genera calore o elettricità, permetterebbe infatti di ottenere molteplici risultati. Primo tra tutti smaltire i rifiuti che tanto gravano sulle nostre città, ricavare energia pulita e rimediare in qualche modo allo spreco alimentare.

Con il biodigestore l’energia arriva dalla frutta

Dalla teoria alla pratica grazie a Chiquita che ha annunciato, con giusto orgoglio, l’entrata in funzione in Costa Rica di un biodigestore a impatto zero in grado di ricavare energia dagli scarti che derivano dalla produzione e dalla lavorazione della frutta.

Da solo, il nuovo biodigestore Chiquita, sarà in grado di produrre tutta l’energia elettrica necessaria al funzionamento dell’impianto industriale. Ma non è finita, il biodigestore produrrà anche i fertilizzanti naturali da destinare alle locali piantagioni di Palme da olio.

Una ragione in più per dare impulso ad iniziative come queste

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close