Con il biodigestore l’energia arriva dalla frutta

di Marco del 23 settembre 2010

La possibilità di generare energia dalla spazzatura è da sempre un ambizioso obiettivo.  La sua realizzazione, dal gas che si sprigiona si ottiene gas da bruciare che a sua volta genera calore o elettricità, permetterebbe infatti di ottenere molteplici risultati. Primo tra tutti smaltire i rifiuti che tanto gravano sulle nostre città, ricavare energia pulita e rimediare in qualche modo allo spreco alimentare.

Dalla teoria alla pratica grazie a Chiquita che ha annunciato, con giusto orgoglio, l’entrata in funzione in Costa Rica di un biodigestore a impatto zero in grado di ricavare energia dagli scarti che derivano dalla produzione e dalla lavorazione della frutta.

Da solo, il nuovo biodigestore Chiquita, sarà in grado di produrre tutta l’energia elettrica necessaria al funzionamento dell’impianto industriale. Ma non è finita, il biodigestore produrrà anche i fertilizzanti naturali da destinare alle locali piantagioni di Palme da olio.

Una ragione in più per dare impulso ad iniziative come queste

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment