Notizie

Concessioni sulle spiagge: da 90 si passa a 20 anni

Le polemiche di Ambientalisti ed opposizione ma soprattutto le perplessità dei tecnici del Quirinale e le voci provenienti dall’Unione Europea hanno avuto la meglio ed il governo ha modificato la controversa norma relativa alle concessioni delle spiagge ai privati, inserita nel Decreto sviluppo.

Concessioni sulle spiagge: da 90 si passa a 20 anni

Il nuovo testo riduce da 90 a 20 anni, eccolo:

  • “Diritto di sfruttamento non superiore ai 20 anni da concedere solo attraverso regolare asta pubblica”

Rimane comunque un aspetto da sottolineare molto importante: le  regole europee (la direttiva Bolkenstein sui servizi) obbliga a mettere a gara le concessioni al massimo ogni sei anni, cosa che ci appare assolutamente più che ragionevole per stimolare la  concorrenza ed il libero mercato.

Con 20 anni quindi siamo a rischio sanzioni dall’Europa e di fatto ammazziamo la libera concorrenza lo stesso.

Cosa ne pensate?

Articoli correlati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button