Notizie

Congo, la guerra civile insanguina anche i gorilla

Ne avevamo parlato recentemente: nel Parco Nazionale di Virunga (Congo) i gorilla di montagna non sono più in pericolo (Ruanda, i gorilla non sono più a rischio) e la struttura è un’oasi protetta, un luogo dove gli animali hanno trovato rifugio e possono vivere indisturbati al riparo da qualsiasi minaccia.

Congo, la guerra civile insanguina anche i gorilla

Purtroppo dobbiamo smentirci! Virunga si è trasformato in un campo di battaglia, teatro di scontro tra miliziani e ribelli. I colpi dei mortai sferrati dalle forze armate della Repubblica Democratica del Congo e dal gruppo di ribelli M23, stanno ionvece minacciando seriamente la sopravvivenza dei gorilla di montagna, che avevano trovato fissa dimora nella foresta pluviale, dichiarata nel 1979 dall’Unesco ‘Patrimonio dell’umanità’.

La guerra riprende per i grandi interessi in ballo in una terra ricca di damanti e risorse minerarie. La recrudescenza del conflitto è legata anche all’immobilità della comunità internazionale davanti a questo disastro dell’umanità che, dal 1995, ha portato alla morte di oltre 5 milioni di persone, senza che i giornali e i media occidentali ne abbiano mai parlato in modo approfondito.

Per tornare al parco, il direttore Emmanuel de Mérode, ha confermato che 3 delle 5 aree della riserva sono state evacuate e almeno 100 gorilla non possono più essere monitorati. Ma non è tutto. Il fuoco incrociato delle milizie e i bombardamenti che stanno colpendo l’area mettono a serio rischio la vita degli animali ormai esposti al fuoco dei belligeranti.

Pesante anche il danno al turismo della zona,che ogni anno richiama centinaia di visitatori attirati proprio dalle bellezze mozzafiato della natura selvaggia del parco.

Già nel 2007, purtroppo, il Virunga fu insanguinato dalla battaglia condotta dai guerriglieri del gruppo CNDP e l’esercito regolare. Il bilancio dello scontro fu di 9 gorilla uccisi, un duro colpo per una specie già a rischio estinzione.

E stavolta, cosa succederà?

Leggi anche:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close