Alimenti

Cornflakes: cosa sono e come gustarli a colazione, ma non solo

I fiocchi di mais sono alla base della prima colazione, ma come sono fatti?

Che siano cornflakes o fiocchi di mais, comunque li chiamate si tratta sempre di mais tostato che prende la forma di fiocchi croccanti:. Si consumano da decenni come prima colazione in molte parti del mondo, anche se hanno origini americane e di certo la tradizione del cereale nel latte fa parte delle loro abitudini culinarie.

Cornflakes: cosa sono e come gustarli a colazione, ma non solo

Il più noto brand di cornflakes è del Michigan, ed è talmente noto che molte volte i fiocchi di mais vengono semplicemente chiamati con questo nome, come succede per altri prodotti di uso comune e globale.

Sono alimenti vegetali composti principalmente da mais, addizionati industrialmente di additivi come lo zucchero, il malto o altri ingredienti.

Scopriamo le origini di questo alimento oggi così popolare e tanto di più.

Da dove vengono i cornflakes

L’idea arriva nel XIX secolo da un gruppo di ricercatori appartenenti alla “dottrina avventista del settimo giorno” che volevano ampliare la dieta di alcuni pazienti ricoverati in sanatorio. Il luogo è Michigan e il capo del progetto è John Harvey Kellogg.

Come tante grandi scoperte anche questa volta è il caso a far conoscere questa ricetta ai fratelli Kellogg che dimenticano il mais cotto all’aria. Per renderlo comunque buono da mangiare, decidono di schiacciarlo con dei rulli per ricavarne una sfoglia.

Nascono così i primi fiocchi schiacciati e tostati, senza zucchero o sale, al naturale, che vennero serviti alla mensa del sanatorio insieme al latte.

Piacquero molto e il gradimento tra i pazienti crebbe a tal punto che il fratello, Will Keith Kellogg, decise di immetterli sul mercato, anche nella versione zuccherata. Sebbene questo sia stato motivo di rottura tra i due fratelli, il successo dei fiocchi di mais Kellogg fu enorme e finì col divenire globale.

Come mangiare a colazione i cornflakes

I fiocchi tostati ricavati dal mais sono croccanti, saporiti, ricchi di sostanze nutritive e fibre e facilmente digeribili. Tutte qualità che li rendono adatti proprio a tutti, dagli anziani ai bambini.

Si mangiano di solito a colazione immersi nel latte a propria scelta, latte di riso, latte di mandorla o vaccino, freddo o caldo, ma anche nello yogurt o in abbinamento a succhi di frutta o müesli

In commercio le confezioni sono disponibili in tantissime varianti: con zucchero o senza zucchero al cioccolato, zero grassi, con malto, proteici o con aggiunta di vitamine, in versione frosties cioè glassati.

Non hanno solo un ruolo nella colazione ma possono essere usati in molti modi diversi anche in cucina per preparare biscotti, o per le impanature croccanti.

Quali cornflakes scegliere a colazione

L’utilizzo più comune è sicuramente nella prima colazione. Insieme a latte vaccino ma anche latte vegetale, yogurt di mucca oppure yogurt greco, con l’aggiunta di miele, frutta fresca e frutta ecca, concorrono a creare un ottima colazione che fornisce un adeguato quantitativo di fibra e di energia.

Ma attenti nella scelta dei cereali: bisognerebbe prediligere quelli integrali, senza aggiunta di zucchero o altro perché alcuni prodotti che si acquistano al supermercato possono contenere zuccheri e cacao ed arrivare ad avere 300 calorie ogni 100 gr.

Bisogna leggere bene l’etichetta perché alcuni prevedono l’aggiunta di grassi vegetali idrogenati oppure di oli vegetali non proprio sani, come l’olio di copra o olio di palma, inoltre possono poi contenere anche degli allergeni.

L’apporto energetico complessivo può essere piuttosto alto, quindi moderate le quantità a circa 30-40 gr e optate per un prodotto senza zucchero.

Quanto sono calorici i cornflakes: le proprietà nutrizionali

Apportano fondamentalmente carboidrati complessi e quindi energia al corpo, ma contengono anche fibra alimentare, poche sono le proteine ed i lipidi.

Ogni 100 grammi di prodotto senza l’aggiunta di latte, possiedono 361 kcal e contengono anche:

  • Proteine: 6,6 gr
  • Carboidrati: 87,6 gr
  • Amido: 70 gr
  • Zuccheri solubili: 10 mg
  • Fibra alimentare: 3,1 gr
  • Sodio: 1.100 me
  • Potassio: 99 mg
  • Calcio: 74 mg
  • Ferro: 28,9 mg
  • Vitamine: PP, B6, B2, B1, folacina, D, B12

Sebbene sia un alimento consigliato anche nella dieta ipocalorica, va quindi sottolineato che i fiocchi di mais hanno un apporto energetico importante e quindi la quantità assunta è molto importante e anche la scelta dei cereali, possibilmente integrali.

Anche l’apporto glicemico è alto, quindi non è un alimento consigliato ai diabetici se non nella versione integrale e senza zuccheri aggiunti.

Può diventare nociva la sua assunzione se si soffre di ipertensione o problemi cardiovascolari perché è presente in questa colazione una quantità alta di sodio: in commercio però si trovano i corn flaks iposodici, senza sale aggiunto.

D’altra parte va ricordato l’ottimo apporto di ferro calcio e potassio, non mancano le vitamine. Il prodotto integrale vanta anche un ottimo quantitativo di magnesio e fibra alimentare

Fiocchi di mais senza zucchero

Nel caso di dieta ipocalorica o ipoglicemica, o comunque se si vuole stare attenti all’assunzione di zuccheri solubili, un consiglio è di optare per un prodotto senza zucchero.

Sono ottimi i fiocchi ricavati da mais proveniente da coltivazione biologica, che non presentano alcun additivo. Sono perfetti da gustare insieme ad un bicchiere di latte vaccino o latte vegetale oppure nello yogurt magro con aggiunta di un cucchiaino di miele.

Fiocchi di mais al cioccolato

Avete bisogno di energia la mattina? Per chi non ha problemi di sovrappeso, per i bambini che hanno sogno di energie in aggiunta, ecco la versione al cioccolato.

Un prodotto goloso che molti brand popolari hanno messo in commercio per la gioia di tanti appassionati della colazione golosa. Si rivelano perfetti nel latte tiepido, vaccino o vegetale.

Quanti cornflakes si possono mangiare a colazione

L’apporto energetico di questo alimento è importante. La quantità giusta di fiocchi a colazione è 40-60 gr.

  • Se si segue una dieta ipocalorica bisogna contenere le quantità (30 gr) e scegliere un prodotto senza zucchero.
  • Se si soffre di ipertensione è meglio optare per un prodotto senza sodio e magari integrale con maggior apporto di fibre.

Come conservare i cornflake

Una volta aperta la scatola di fiocchi di mais bisogna assicurarsi di chiuderla ermeticamente perché lasciare i fiocchi all’aria li renderebbe meno croccanti.

Se possibile versarli in un contenitore di vetro con tappo ermetico e conservarli in luogo asciutto.

Ricette con i cornflakes

Oltre a gustare i fiocchi nel latte o yogurt della mattina, si possono anche usare per rendere più croccanti alcune ricette. Vi presentiamo una ricetta di biscotti e di salame al cioccolato, con fiocchi croccanti di mais.

Biscotti con fiocchi di mais

Ingredienti per fare 12 biscottini:

  • 100 gr di cornflakes
  • 250 gr di farina 00
  • 2 uova
  • 200 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci

Preparazione. In una ciotola versate i fiocchi e sminuzzateli. In un altro recipiente versate invece lo zucchero, le uova, il lievito, la farina setacciata e il burro fuso e poi raffreddate. Realizzate un composto omogeneo.
Prendete un pochino di questo composto con l’aiuto di due cucchiai – fate delle quenelle – quindi passatele nei fiocchi sminuzzati e fate in modo che risultino ben ricoperti di cereali. Sistemate sulla placca da forno rivestita con carta e lasciate a cuocere nel forno statico preriscaldato a 180° per 10 minuti.

Salame di cioccolata con fiocchi di mais

Ingredienti

  • 100 gr di cornflakes
  • 165 gr di cioccolato fondente
  • 1 uovo
  • 50 gr di zucchero
  • 75 gr di burro ammorbidito
  • zucchero a velo per guarnire

Preparazione. Sbriciolate con le mani i fiocchi in una ciotola. Intanto tagliate a pezzetti il cioccolato fondente e fondetelo a bagnomaria assieme al burro. Versate lo zucchero in una terrina e aggiungete l’uovo. Mescolate finchè diventa più chiaro e spumoso.

Aggiungete il cioccolato e amalgamate tutto. Versate anche i cereali. Diventerà un composto compatto che potrete trasformare in salame dalla forma cilindrica. Non dimenticate di arrotolarlo con la carta da forno, stringendo con forza i lati come fosse una caramella. Mettete il salame in frigorifero per qualche ora. Prima di servirlo a fettine cospargetelo di zucchero a velo.

Cornflakes: controindicazioni

I fiocchi di mais fanno male? La risposta immediata è no. Si tratta di un alimento molto amato, gustoso e di certo un’ottima colazione per grandi e piccini.

Ben bilanciato apporta un buon quantitativo di energia ma anche di sali minerali e di fibre.

Non si deve esagerare con i prodotti confezionati che si acquistano al supermercato perché, oltre al mais, potrebbe contenere anche zucchero, sodio e alcuni additivi pericolosi.

Alcuni studi hanno addirittura evidenziato la presenza di sostane nocive, come acrilammide, pesticidi, micotossine, idrocarburi, oli minerali, ed elevate quantità di sale e di zucchero proprio nelle più popolari marche di questo prodotto.

Bisogna dunque stare attenti a ciò che si compra, prediligere un alimento da coltivazione biologica e leggere sempre bene le etichette della composizione.

Quali sono i migliori cornflakes in commercio

Secondo un’analisi condotta da Altroconsumo che annualmente valuta i prodotti più usati tra i consumatori con il metodo Edo, i migliori fiocchi di mais nel 2021, sono:

  • Più Cereali Bio Corn Flakes
  • Esselunga Equilibrio Corn Flakes Senza Glutine
  • Conad Corn Flakes Classici
  • Più Cereali Bio Grano Saraceno Flakes
Published by
Giovanna Ferraresi