Categories: Notizie

Cosa c’è nell’hamburger? Anche carne di cavallo

Recentemente un colosso del fast food come Burger King ha dovuto subire un grave smacco alla sua immagine pubblica: l’indagine svolta dalla Food Standard Agency, agenzia governativa inglese per la ricerca sull’alimentazione, infatti, ha portato a rivelare la presenza di tracce di carne di cavallo all’interno dei suoi hamburger, che l’azienda ha sempre dichiarato essere fatti di sola carne di manzo.

La questione è stata ulteriormente aggravata dal sospetto del Ministro dell’Ambiente, Mary Creagh, circa la presenza di un farmaco veterinario potenzialmente dannoso per l’uomo contenuto nella carne equina.

LEGGI ANCHE: Beef Co: quando l’industria della carne è un’industria pericolosa

Lo scandalo avrebbe quindi obbligato Burger King al ritiro di circa 10 milioni di hamburger dal mercato, a scopo cautelativo. Ma l’indagine non ha coinvolto solo questa multinazionale della ristorazione a basso costo:  negli hamburger surgelati di un marchio inglese, Freeza, sarebbe stata riscontrata una quantità di carne equina pari all’80 % del totale e tracce di carne di cavallo sarebbero state rilevate anche nel ragù delle lasagne a marchio Findus.

POTREBBE INTERESSARTI: Pink Slime: anche in America si interrogano su cosa mangiamo davvero

Partita dal Regno Unito, nazione in cui il cavallo è a pieno titolo considerato un animale d’affezione al pari del cane in Italia, l’inchiesta si sta estendendo a macchia d’olio in altri Stati con il coinvolgimento della Commissione Europea, chiamata ad effettuare controlli sugli alimenti a base di manzo per verificare non solo la presenza di carne equina ma anche di sostanze farmaceutiche non autorizzate.

Agli occhi di chi ha scelto di non nutrirsi di alcun tipo di carne animale, la questione appare velata da un’ipocrisia culturale che questo ‘scandalo’ sembra far emergere in modo eclatante.

Viene facile pensare a tal proposito alla definizione di ‘carnismo’ proposta dalla psicologa statunitense Melanie Joy (Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche), in riferimento al potenziale ideologico che l’alimentazione carnivora sottende.

LEGGI ANCHE: Tassa sulla carne? La proposta della Svezia

Outbrain

View Comments

  • da un punto di vista nutrizionale la carne di cavallo è migliore di quella di manzo in quanto ricca di ferro ( subito biodisponibile al contrario di quello da vegetali), povera di grassi e colesterolo e con un contenuto di proteine di altà qualità biologica quasi pari a quella del manzo. Il problema è che spesso per l'allevamento dei cavalli si usano steroidi e altri farmaci che sono proibiti per l'allevamento del manzo anche se, va detto, alcuni allevatori senza scrupoli li usano comunque. E poi c'è il problema della truffa in commercio in quanto non puoi dichiarare che una cosa ma servirne un'altra. Il vero problema è però la filiera di cui si servono le grandi case alimentari( i brands) che spesso nascondono di servirsi di fornitori senza le necessarie credenziali sanitarie per risparmiare e fare profitti enormi. Ci vorrebbe molta più trasparenza e costringere i grandi marchi a dichiarare chi sono i fornitori delle materie prime con un'etichettatura completa e più controlli sanitari pubblici

  • Allora ragazzi.. completiamo questo scandalo della carne equina!!!
    La carne di cavallo è partita dalla Romania, viene semilavorata in Francia e poi portata in Inghilterra per ulteriore lavorazione e imballaggio e poi spedita in Germania, Svizzera ecc. Questa carne contiene steroidi che sono delle rimanenze nei cavalli non piu' competitivi e quindi "valorizzati" diversamente. Guardate che non è solo il Burger King che ha problemi. In Germania LidL, Aldi, Rewe e altri discounter, in Svizzera la Coop e l'Aldi hanno dovuto ritirare diversi SURGELATI in modo particolare lasagne, salse bolognesi e altre specialità italiane contenenti carne trittata che pero' non è quella dichiarata sul pacco.
    Strano che in Italia fin'ora nessuno ha scoperto tracce di carne non dichiarata sui pacchi.
    Poi per distogliere l'attenzione della gente in Germania scoppia l'epidemia delle galline al BSE..
    In Germania e in Svizzera questo scandalo è già piu' grosso di quello ai tempi del vino o olio adulterato, ricordate?
    E lo fanno solo per essere competitivi....

  • Triste da dire, però anche questi animali vengono macellati e non certo sepolti, da SEMPRE.
    A ciascuno le conclusioni.

Share
Published by
Elle

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.