Categories: Rimedi naturali

Cosa è una pomata: scopriamo tutto su questa preparazione per la pelle

Adatta per uso esterno, la pomata si applica sulla pelle per curare alcuni piccoli disturbi

La pomata è una composizione grassa arricchita da elementi che svolgono una azione curativa per la pelle e alcune mucose.

Si stende facilmente sulla pelle grazie alla presenza della parte grassa, cera d’api ed olio vegetale, e permette così un lento e graduale rilascio delle sue proprietà curative.

A casa dobbiamo sempre avere alcune pomate che possono essere un rimedio immediato contro scottature, infiammazione della cute, arrossamenti e dermatiti, bruciature ma anche come antidolorifici per reumatismi, per contrastare le emorroidi o ridurre le vene varicose

In farmacia si trova una ampia gamma di pomate, vendute liberamente, che andranno a riempire i nostri armadietti del pronto soccorso casalingo.

Ma oltre ai noti prodotti farmaceutici è il caso di conoscere anche le tante pomate fai da te 100% naturali che si possono preparare a casa in pochi semplici gesti. Fatta in casa, è un valido aiuto per contrastare vari piccoli disturbi cutanei e la sua ricetta è facile da fare e 100% naturale.

Scopriamo tutto su questa preparazione e su come prepararne qualcuna tutta naturale.

Pomata: definizione

Si tratta di preparazioni per uso esterno che si utilizzano su pelle e mucose allo scopo di

  • produrre un’azione medicamentosa locale
  • favorire la penetrazione nell’epidermide dei principi attivi contenuti nel prodotto
  • svolgere un’azione lenitiva e protettiva della cute

Ha in genere una consistenza semi-solida, perché composta da una base grassa ed una piccola percentuale di acqua.

Origine del nome ‘pomata’

Il nome pomata deriva da ‘polpa di mele’. Nel passato, infatti, veniva utilizzata proprio la polpa di mele come base del composto, a cui venivano aggiunti altri componenti naturali.

Queste preparazioni venivano utilizzate per frizionare la pelle, medicare le piaghe o lenire arrossamenti.

Differenza tra pomate e unguenti e creme

Le pomate rientrano nella categoria delle preparazioni semi-solide per applicazione cutanea, come gli unguenti e creme. E le differenze sono veramente poche. Hanno principalmente alcuni elementi in comune:

  • la presenza di una certa percentuale di acqua, anche se nelle pomate è molto più bassa della crema e degli unguenti.
  • la presenza di grassi in percentuali elevate, che le rende facilmente spalmabili su pelle e mucose.
  • sono estremamente emollienti così che il principio attivo possa agire per un tempo prolungato e non immediatamente assorbito.

Ma quali sono le differenze tra unguenti, creme e pomate?

  • Unguenti: composti da una base grassa, solitamente un olio vegetale, e da un basso contenuto di acqua. Sono particolarmente indicati per pelli secche e bisognose di idratazione e nutrimento. Vanno spalmati sulla parte di pelle da curare e lasciano un strato oleoso. La base grassa resta sulla pelle e permette alle sostanze attive di agire nel tempo
  • Creme: emulsioni semi solide composte da olio e acqua con caratteristiche emollienti e lubrificanti. Sono assorbite rapidamente dalla pelle. Usate sia in ambito farmaceutico che cosmetico, sono indicate anche per le pelli grasse, essendo preparazioni più leggere. L’elevata velocità di assorbimento non unge la pelle.
  • Pomate: costituite da una base grassa, solitamente cera d’api, e da olii essenziali. Sono particolarmente indicate per chi ha la pelle sensibile. In genere hanno utilizzi farmaceutici come gli unguenti, mentre le creme sono impiegate come cosmetici.

Quando usare le pomate

Hanno uno scopo curativo e ne esistono di diversi tipi, a seconda dello scopo. Possono essere arricchite da uno o più oli essenziali o un oleolito.

Questo formato si conserva in pratici astucci o vasetti. Alcune sono indispensabili, da tenere sempre in casa, come ad esempio le preparazioni contro:

  • piccole bruciature
  • eczemi
  • dolori reumatici o artritici
  • emorroidi
  • ematomi
  • punture di api, vespe e altri insetti
  • infezioni dell’occhio (tipo oftalmico)

La scelta del preparato da applicare dipende dalla tipologia di pelle e dalla zona su cui si deve stendere.

  • Nel caso di pelle secca: si consiglia l’uso di sostanze che idratano in profondità la pelle, facendo così penetrare bene il principio attivo
  • Per la pelle mista o grassa: è indicata una preparazione a lento assorbimento che rilasci i principi attivi nel tempo. Sono in questa categoria sostanze che aiutano a lenire rossori, eritemi, riparare e cicatrizzare la pelle, ma anche trattare problemi di tipo muscolare.
  • Per pelle sensibile: si consiglia una formulazione adatta alla pelle sensibile, che non irriti e sia delicata e non allergenica.

Pomate fai da te: ricetta base

Preparare una pomata fai da te è semplice. La base oleosa è sempre uguale.

È composta da della cera d’api in pastiglie, per un facile scioglimento a bagnomaria.

E da un olio vegetale, che potete scegliere tra quelli con minore odore per non sovrastare l’aroma dell’olio essenziale che aggiungerete poi alla pomata. Potete scegliere tra olio di riso, olio di jojoba, olio di germe di grano. Al posto dell’olio vegetale e dell’olio essenziale in talune ricette si impiega direttamente l’oleolito.

A questo composto-base vanno poi aggiunti gli oli essenziali, che svolgono l’azione curativa.

Prevedete anche dei barattolini di latta con tappo a vite per la conservazione della vostra pomata fai da te.

Ecco come preparare 50 gr di preparato.

  • 8 gr di cera d’api
  • 40 ml di olio vegetale o di oleolito
  • 15 gocce al massimo di oli essenziali

Preparazione. Iniziate la preparazione della pomata base facendo sciogliere la cera d’api naturale assieme all’olio vegetale o ad un oleolito in un pentolino a fuoco lentissimo. Quando è sciolto, lasciate raffreddare e aggiungete l’olio essenziale prescelto. Questa preparazione si conserva in vasetti di vetro o alluminio, ben chiusi, provvisti di tappo a vite. È bene apporre un’etichetta che ne descriva proprietà e data di produzione. Va conservata in luogo riparato per 2-3 mesi.

In alternativa sono frequenti anche preparazioni di pomate a base di vasellina bianca.

Preparare la pomata a casa: avvertenze e consigli

Per fare in casa questa preparazione è necessario seguire alcune indicazioni, così da evitare di ottenere prodotti non idonei o peggio ancora, pericolosi per la salute. Ecco alcuni consigli utili:

  • il piano di lavoro deve essere pulito così come tutti gli utensili che si usano
  • la fusione dei componenti grassi, olio, olito e cera, va effettuata a bagnomaria
  • il prodotto deve essere conservato in vasetti di vetro sterilizzati
  • le pomate fatte in casa si conservano per tempi brevi: si consigliano 2 mesi al massimo
  • prima di stendere il prodotto provatelo su una piccola parte di pelle per avere certezza di non avere reazioni allergiche

Quali oli essenziali usare per la pomata

Tra gli olii essenziali e gli estratti naturali più utilizzati, i più ricchi di principi attivi, da usare in fitoterapia per la preparazione di pomate sono:

  • arnica contro dolori articolari, gonfiore, ematomi, contusioni (se ne utilizza soprattutto il macerato oleoso, ma anche l’estratto glicerico, olio essenziale e la tintura madre)
  • artiglio del diavolo per stati dolorosi, stiramenti e contusioni di tendini e muscoli (se ne utilizza la tintura madre)
  • iperico ad azione cicatrizzante (si utilizza sotto forma di oleolito, oppure di olio essenziale)
  • ippocastano contro emorroidi, vene varicose, capillari e gambe stanche e pesanti (si usa la tintura madre o il macerato glicerico)
  • olio di calendula, usato contro arrossamenti, bruciature e scottature solari, per lenire le piaghe di decubito e le emorroidi (si utilizza sia l’oleolito che l’estratto liquido)
  • propoli per svolgere azione antibiotica naturale (da usare soprattutto la tintura madre, ma esiste anche l’oleolito)
  • centella per la sua azione flebotonica e contro la ritenzione idrica e la cellulite (se ne impiega la tintura madre o estratto idroalcolico)
  • salice ad azione antinfiammatoria (si usa sotto forma di estratto liquido idroalcolico, ovvero tintura madre)

Vediamo ora quali realizzare a casa e per quali scopi.

Pomata contro i lividi

Per un unguento contro lividi e contusioni:

Preparazione. Sciogliete a bagnomaria la cera, l’olio di aloe e l’oleolito. Quindi lasciate raffreddare e aggiungete gli oli essenziali. Per la mirra, fate attenzione, perchè è un liquido viscoso che va prima sciolto mettendo a bagno la boccetta in acqua calda per 10 minuti circa, facendo attenzione a tenerla sempre bella calda, ma non sul fuoco.

Prezzo: 11,99 €
Prezzi aggiornati il 19-10-2021 alle 5:22 PM.

Pomata contro piede d’atleta e candida

Dall’alto potere antibatterico, antifungino e astringente, va applicata con un leggero massaggio.

Preparazione. Sciogliete a bagnomaria la cera, l’olio vegetale. Quindi lasciate raffreddare e aggiungete le gocce di oli essenziali.

Pomata contro le emorroidi

Da stendere sulla parte interessata.

  • 8 gr di cera d’api
  • 40 ml di olio vegetale
  • 7 gocce di estratto idroalcolico d’ippocastano
  • 5 gocce di idrolato di amamelide
  • 3 gocce di estratto idroalcolico di calendula

Preparazione. Sciogliete a bagnomaria la cera e l’olio vegetale. Una volta raffreddati, aggiungete le gocce d’idrolato e dell’estratto e mescolate per omogeneizzarle con la base grassa. Si conserva per 2 mesi.

Pomata contro le vene varicose e capillari fragili

  • 8 gr di cera d’api
  • 40 ml di olio vegetale o oleolito di calendula
  • 7 gocce di tintura madre d’ippocastano
  • 4 gocce di estartto di calendula
  • 4 gocce di estratto idroalcolico di centella

Preparazione. Sciogliete a bagnomaria la cera e l’olio vegetale, poi aggiungete gli estratti e mescolate bene per amalgamare.

Pomata antizanzare

Preparazione. Sciogliere a bagnomaria la cera, l’olio vegetale. Quindi lasciare raffreddare e aggiungere le  gocce di olii essenziali contro le punture di insetto. Perfetta per pelli sensibili e delicate come quella dei bambini.

Pomata contro le dermatiti da pannolino

Unguento per le dermatiti.

Preparazione. Mescolate tutti i componenti. Otterrete una pomata naturale adatta per la cura delle dermatiti da pannolino sia in neonati che per gli anziani.

Pomata contro scottature e ustioni

Unguento da usare per affrettare la guarigione di scottature e ustioni.

  • 4 ml di tintura madre di calendula
  • 96 gr di vaselina bianca

Preparazione. Mescolate i due componenti a freddo. Si applica direttamente sulle scottature.

Pomata contro dolori muscolari e reumatismi

Adatto a lenire i dolori muscolari e i reumatismi.

  • 5 gr di tintura madre di arnica
  • 100 gr di vaselina bianca

Preparazione. Mescolate i due componenti a freddo. Si applica con un lieve massaggio sulla parte dolorante.

Cosa sono le pomate oftalmiche

Sono preparazioni farmaceutiche che si applicano nell’occhio al pari del collirio. Utilizzate per trattare le infiammazioni superficiali a livello oculare, comprese quelle ad origine infettiva ed allergica.

Spesso consigliate per la praticità d’uso. Non è consigliabile prepararle in casa, perchè necessitano di essere sterili.

Outbrain

Share
Published by
ScriBio

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.