Categories: Bellezza

Cura dei capelli: i trattamenti naturali per prendersi cura dei capelli in modo naturale

I consigli e le ricette home made più adatti in base a caratteristiche e problematiche specifiche di ogni singola capigliatura

La cura dei capelli è importante, perché averli lucidi, morbidi e pieni di salute è il desiderio della maggior parte delle donne e degli uomini. Eccovi allora tanti trattamenti naturali e consigli per avere una chioma sana e luminosa, in base ai vari tipi di capelli.

Molti problemi si possono affrontare e risolvere evitando i prodotti di supermercati, profumerie e farmacie e affidandosi a prodotti naturali.

Una premessa doverosa va comunque fatta: un capello sano passa da un’alimentazione sana. Per cui se non vi piace la frutta e la verdura, è bene che sappiate che al vostro capello piace eccome, anzi, ne va ghiotto,

Possiamo affermare che sia il suo ‘cibo preferito’. Quindi, il primo passo da fare per avere una capigliatura da favola è curare al meglio l’alimentazione.

Ma ora vediamo alcune cure di bellezza interamente naturali, in base al vostro problema: che siano capelli secchi e sfibrati magari anche con le doppie punte, oppure capelli grassi, trattati o colorati, capelli fini, ricci oppure lisci.

Come prendersi cura dei capelli in maniera naturale

Sono molti i prodotti in commercio per la cura dei capelli con slogan quasi ‘miracolosi’. Un prodotto nato in laboratorio potrebbe avere gli stessi risultati di un rimedio naturale più lungo e complicato da fare, ma più eco-compatibile, economico e salutare.

Vi proponiamo allora una serie di semplici ricette per farvi tutte le cure naturali per capelli a casa vostra, spendendo poco, senza chimica e con risultati inaspettati.

La cura dei capelli a casa

Curare i capelli a casa in maniera efficace senza l’aiuto del parrucchiere è possibile. Basta seguire alcune semplici regole e comportarsi nella maniera più corretta in base al tipo e alla qualità dei nostri capelli.

Vediamo qualche regola di base.

  • Fare lo shampoo ogni 2/3 giorni, non di più. Troppi lavaggi infatti vanno a generare un eccesso di sebo che rende grasso il cuoio capelluto ed indebolisce i capelli. Prima di utilizzare lo shampoo, bagnare per bene tutta la chioma con acqua abbondante
  • La temperatura ideale per l’acqua del lavaggio è tiepida
  • Per il risciacquo finale meglio utilizzare acqua fredda che rende i capelli più lucenti e luminosi
  • Dopo il lavaggio, tamponare ben i capelli meglio se utilizzando un asciugamano in microfibra anziché la classica salvietta di spugna che stressa troppo i capelli. Tamponare per bene per assorbire tutta l’acqua in eccesso
  • Utilizzare asciugacapelli professionali tenendo il phon ad una distanza di almeno 15-20 cm dalla chioma e fare attenzione che la temperatura del getto d’aria non sia troppo calda
  • Creme, maschere e trattamenti specifici (come quelli consigliati più avanti nel corso dell’articolo) sono un’ottima idea. L’importante è prendere la sana abitudine di svolgere questa beauty routine almeno una volta alla settimana. Come in tutte le cose, la costanza premia sempre
  • Utilizzare gli accessori decorativi nella maniera più corretta. Elastici, fermagli e forcine possono infatti stressare il capello spezzandolo. Attenzione a non stringere troppo gli elastici mentre per le forcine usare solo quelle provviste di protezione sulla punta.

La cura dei capelli: gli errori

Oltre alle buone abitudini a cui abituarci ci sono anche degli errori assolutamente da non fare o di cui disabituarsi immediatamente. Vediamoli più nel dettaglio.

  • Lavare troppo spesso i capelli. L’ideale sarebbe ogni 2/3 giorni. I lavaggi troppo frequenti stimolano le ghiandole sebacee col risultato che la cute diventa grassa e i capelli si indeboliscono
  • Fare lo shampoo con l’acqua troppo calda. Stressa inutilmente la chioma. L’ideale è l’acqua tiepida. Per il risciacquo finale il top sarebbe usare l’acqua fredda, fattibile in estate un po’ meno in inverno
  • Asciugare i capelli con l’aria troppo calda. In fase di asciugatura, temperatura e getto d’aria vanno bilanciati in modo che non siano troppo caldi. L’aria eccessivamente calda è infatti dannosa per i capelli e li rende ruvidi e opachi. Il phon va tenuto ad una distanza di almeno 15-20 cm dalla testa
  • Giocare o passare di continuo le dita tra i capelli. Questo vizio rischia di “appiattire” la piega ma anche di sporcare e ungere le lunghezze
  • Usare le federe di cotone. Durante il sonno della notte, preferire federe in seta o raso che sono tessuti lisci, al contrario del classico cotone che tende ad increspare e arruffare i capelli
  • Non utilizzare pettini e spazzole di plastica ma preferire accessori in materiali naturali come il legno, che aiutano a districare i nodi in maniera delicata e senza spezzarli o stressarli troppo. Esistono anche particolari spazzole appositamente strutturate per effettuare un massaggio al cuoio capelluto e riattivare così la circolazione sanguigna
  • Utilizzare troppo di frequente piastre e ferri arricciacapelli. Sarebbe bene limitarsi a circostanze occasionali; se proprio non se ne può fare a meno, applicare prima dello styling un prodotto termoprotettore. Il rischio è infatti che i capelli si brucino o si danneggino apparendo poi secchi e sfibrati
  • Usare troppo spesso prodotti per lo styling come lacca, gel, cera e schiuma. Appesantiscono il capello rendendolo sporco prima del tempo.

La cura dei capelli in base al problema

Quelle che abbiamo visto fino a questo momento sono regole generiche che vanno sempre bene per tutti. Ovviamente le cose vanno poi affrontate caso per caso. Ogni capigliatura presenta infatti determinate caratteristiche da cui conseguono necessità ed esigenze ben specifiche.

Cura dei capelli crespi

Per domare una chioma crespa, un accorgimento da tener sempre presente è quello di spazzolare i capelli con molta delicatezza facendo attenzione a non spezzare il fusto dei capelli. Da bagnati, preferire il pettine a denti larghi.

Ci sono poi degli ottimi ingredienti naturali che vengono in aiuto a chi ha i capelli crespi.

  • Aceto di mele: aiuta a ristabilire il pH dei capelli e li rende più morbidi e più lucidi, e quindi anche più facili da pettinare. All’aceto si può aggiungere anche un uovo che nutre e rafforza la chioma. In ogni caso, risciacquare per bene in modo da eliminare ogni traccia di odore.
  • Semi di lino: contrastano il crespo e la formazione di doppie punte. Per preparare uno shampoo naturale basta aggiungere 20 gr di semi di lino in 200 ml d’acqua e un po’ di acido citrico. Ed eventualmente per profumare, qualche goccia di olio essenziale a piacimento
  • Miele: favorisce l’idratazione dei capelli e quindi la chioma apparirà più lucente. Ottimo mescolato all’olio d’oliva
  • Burro di karitè: ottimo nutrimento per i capelli, agisce anche come idratante naturale. Comodo da usare, si applica semplicemente al posto di gel o cera

Cura dei capelli ricci e crespi

I consigli appena descritti per i capelli crespi vanno benissimo anche per i capelli ricci e crespi.

Vediamo però anche altri utili suggerimenti riguardanti questa particolare tipologia di capigliatura “leonina” e difficile da gestire.

  • Olio di cocco: è un ottimo nutriente che, grazie al contenuto di vitamina A e vitamina E, agisce anche come antiossidante. Evita quindi la formazione di nodi e doppie punte. Si applica molto facilmente come una qualsiasi maschera di bellezza.
  • Spray al karkadé. Basta far bollire 250 ml di acqua, versare 1 cucchiaio di karkadè e far raffreddare. Quindi filtrare e aggiungere 1 cucchiaio di aceto di mele. Spruzzate sui capelli prima dello shampoo e lasciate in posa 1 ora.
  • Olio di mandorle ed olio di germe di grano sono ottimi idratanti che nutrono i capelli e li rendono più lucidi e luminosi. Basta fare un semplice impacco e lasciar agire un’oretta circa prima del normale shampoo.

Cura dei capelli secchi, sfibrati e danneggiati

Per dare corpo e nuova vita ai capelli più deboli e danneggiati, ecco la ricetta di una maschera riparatrice a base di miele e uovo. È un pieno di proteine e sali minerali che nutre le chiome provate da trattamenti come tinte, stirature, permanenti e altro. Si prepara così:

  • 1 tuorlo d’uovo
  • 15 gr di miele
  • 15 gr di yogurt
  • 5 gr di olio di cocco oppure olio di mandorle dolci.

Preparazione. Mescolate tutto per amalgamare bene, quindi applicate su tutta la lunghezza. Lasciate agire per almeno un’ora. Si elimina con uno shampoo da effettuare con acqua tiepida mescolata con 2 cucchiai di aceto poiché l’acqua troppo calda eliminerebbe le sostanze benefiche apportate dall’uovo.

Cura dei capelli grassi e fini

Per contrastare l’effetto grasso dei capelli vi suggeriamo alcune velocissime soluzioni naturali fai-da-te.

  • passate sui capelli, dopo lo shampoo, una preparazione mescolando il succo di 1 limone a 200 ml di acqua, e poi applicare, lasciando in posa per alcuni minuti, per poi sciacquare con acqua tiepida.
  • fate un impacco con 2 bustine di té nero tiepido, che contiene l’acido tannico che ostacola l’eccesso di sebo. Lasciate agire per alcuni minuti, quindi sciacquate con acqua fredda o tiepida.
  • Il limone è consigliato perché tende a seccarli. Ma è anche utile quando il capello è spento perché lo lucida. In questo caso meglio usarlo nell’ultimo risciacquo diluito in acqua.

Cura dei capelli ricci e secchi

Molte soluzioni naturali per i capelli secchi sono basate su impacchi e maschere a base di uova grazie alle proteine e alla lecitina che contengono.

Quando i capelli sono spenti e ispidi si può anche intervenire con una maschera fortificante che si può preparare utilizzando:

  • 3 uova
  • 5 ml di aceto
  • 10 ml di olio di oliva

Preparazione. Mescolate bene gli ingredienti in una terrina e applicate su tutta la lunghezza dei capelli. Affinché la maschera agisca nel migliore dei modi è meglio indossare una cuffia di plastica. Dopo mezz’ora di posa eliminate tutto con un normale shampoo.

Cura dei capelli fragili e deboli

Ecco qui la ricetta per farvi velocemente una maschera con l’uovo e lo yogurt che aiuta chi ha i capelli fragili e deboli, a lucidarli e irrobustirli. Le quantità date possono aumentare a seconda della lunghezza dei capelli. Vi occorrono:

  • 1 tuorlo
  • 200 ml di yogurt naturale

Preparazione. Mescolate tutto. Dopo aver mescolato bene i due ingredienti si applica l’impacco e si tiene in posa per 20-30 minuti, quindi si elimina con il normale shampoo da fare con acqua tiepida.

Cura dei capelli con forfora

La forfora è per molte persone un vero cruccio, ma ecco una ricetta facile e veloce.

  • 1 mela
  • 1 arancia

Preparazione. Frullate la mela sbucciata e pulita dal torsolo con il succo di un’arancia, applicate e lasciate agire per almeno mezz’ora, poi eliminate con lo shampoo.

Cura dei capelli in base al tipo

In base al colore e al fatto che siano più o meno trattati, ogni capigliatura necessita di trattamenti propri e ben specifici. Passiamo in rassegna le principali casistiche.

Cura dei capelli colorati

Per chi ha i capelli trattati è ottimo un impacco a base di miele. Preparate una crema con 3 cucchiai di miele e uno di acqua. Miscelate ben bene e distribuite la crema sulla capigliatura. Aspettate almeno un’ora prima di sciacquare e infine lavatevi i capelli con lo shampoo. Il miele a differenza dell’uovo non puzza e l’aroma è molto fragrante.

Cura dei capelli biondi

Le bionde lo amano particolarmente, perché il limone non solo lucida il capello, ma lo schiarisce addirittura.

Cura dei capelli rossi

Il rimedio classico per ravvivare una capigliatura fulva è l’henné, disponibile in tante gradazioni differenti. Ravviva il colore e dona una luce naturale. Inoltre aiuta anche a ridurre la forfora. È quindi particolarmente indicato per le donne con i capelli molto grassi.

Anche il succo di barbabietola, mischiato a 2 bicchieri di acqua, ravviva i capelli rossi. Dopo aver fatto lo shampoo, fate agire il succo per una decina di minuti e poi risciacquate con acqua fredda.

Ideali per ottenere fantastici riflessi rossi anche gli infusi a base di foglie di alloro o di tè nero. Lasciate in infusione le foglie di alloro o di tè nero per 15 minuti e una volta raffreddato l’infuso, applicate sui capelli lavati e bagnati. Fate agire 20 minuti e poi risciacquate con abbondante acqua fredda.

Infine, per rendere brillante il rosso dei capelli potete anche fare una maschera a base di burro e arancia. Dovete semplicemente far sciogliere a bagnomaria del burro con il succo di mezza arancia. Quindi lasciate in posa sui capelli per 30 minuti circa e poi risciacquate.

Cura dei capelli scuri

Per le brune invece è consigliato un infuso a base di foglie di castagna. Versato sui capelli, subito dopo lo shampoo, ravviva i riflessi. Utile anche contro la forfora. Le foglie però vanno raccolte in primavera e lasciate essiccare al sole. Verranno poi messe in sacchetti di carta lontane dal contatto diretto con la luce.

Cura dei capelli bianchi

Esistono tanti rimedi naturali per coprire i capelli bianchi. Oltre al già citato hennè, uno dei rimedi più semplici e immediati è quello di utilizzare il caffè. Basta preparare un caffè forte con la moka e, una volta raffreddato, versatelo sui capelli prima di lavarli lasciandolo agire per circa 5 minuti. Per fissare meglio il colore, fate l’ultimo risciacquo con l’aceto bianco.

Efficace anche l’infuso di foglie di tè nero, da far bollire in 1 litro di acqua per 30 minuti e lasciare in infusione per 24 ore. L’acqua va poi filtrata e il composto applicato sui capelli per circa un’ora.

Non tutti lo sanno ma anche le erbe aromatiche sono utili per coprire i capelli bianchi. In particolare, l’infuso di rosmarino va usato come risciacquo finale dopo l’ultimo shampoo. L’infuso di salvia (200 gr di foglie fatte bollire per mezz’ora), invece, va usato prima del lavaggio e lasciato in posa circa 30 minuti.

Altra soluzione è preparare un composto con 3 cucchiai di miele e 3 cucchiai di cacao. Applicate la crema così ottenuta sui capelli asciutti e fate agire per circa un’ora

Cura dei capelli con permanente

Anzitutto una premessa fondamentale: prima di procedere con la permanente, è bene sapere che i capelli devono essere sani e robusti, meglio se non trattati con tinte né decolorazioni. Essendo già stressati, i capelli si possono facilmente spezzare e bruciare.

Se però il danno è ormai fatto, ecco degli utili rimedi casalinghi per rimettere in sesto i capelli trattati con la permanente:

  • maschera con 2 parti di miele e una di latte. Applicate il composto sui capelli ed avvolgete tutto nella pellicola trasparente. Lasciate in posa minimo mezz’ora (meglio qualcosa di più), quindi risciacquate con acqua tiepida e mezzo bicchiere di aceto di mele che dona lucentezza
  • impacchi di aceto di mele: da usare puro o diluito in acqua. Se avete la cute grassa potete aggiungere qualche goccia di olio di rosmarino, per fortificare la chioma è invece utilissimo l’olio di semi di lino
  • impacchi e maschere con l’olio di Argan permettono al fusto del capello di recuperare un po’ di idratazione. Basta applicarlo su tutta la lunghezza (escluse le radici) e lasciare in posa una decina di minuti. Potete usare l’olio di Argan anche sui capelli asciutti ma il risciacquo sarà più impegnativo
  • olio di cocco: lasciato un’ora in posa sui capelli asciutti è un eccellente idratante. Va bene anche come prodotto di styling sui capelli umidi

Cura dei capelli lunghi

Per avere capelli lunghi e pieni di vitalità è fondamentale attivare la circolazione dei follicoli piliferi tramite dei massaggi da eseguire delicatamente su tutto il cuoio capelluto. Si tratta di un trattamento semplice e molto gradevole.
Ecco come fare: massaggiate leggermente il cuoio capelluto con le setole della spazzola mentre vi pettinate e, ogni 3/4 giorni, applicate qualche goccia di olio di lavanda sulle mani e massaggiate il cuoio capelluto direttamente con i polpastrelli.

Inoltre, per proteggere i capelli da agenti tossici come l’inquinamento, può essere utile raccoglierli in una lunga treccia morbida. Prima di procedere con l’acconciatura, applicate un olio protettivo su tutta la lunghezza, ricordate inoltre di non stringere troppo l’estremità.

Mai tenere la treccia per tutto il giorno e tutta la notte. L’ideale è sciogliere i capelli ogni sera.

Cura dei capelli in gravidanza

La gravidanza è un momento molto delicato e di trasformazione nella vita della donna, che risente di forti cambiamenti ormonali e stress. Molto spesso, a farne le spese sono i capelli, che si indeboliscono e cadono. Ecco qui di seguito alcuni semplici rimedi naturali per rafforzarli:

  • albume d’uovo: ricco di aminoacidi e proteine, nutre i capelli. Basta preparare una maschera mescolando un bianco d’uovo con un cucchiaio di olio d’oliva. Applicate sul cuoio capelluto e lasciate in posa mezz’ora, quindi risciacquate con acqua tiepida
  • foglie di neem: dalle proprietà antibatteriche, prevengono le infezioni che portano poi alla caduta dei capelli. Preparate una pasta di foglie di neem ed applicatela sul cuoio capelluto. Risciacquate dopo mezz’ora
  • semi di lino: ottima fonte di acidi grassi omega-3, aiutano a prevenire la caduta dei capelli. L’ideale è consumare ogni giorno una manciata di frutta secca mista e un cucchiaio di semi di lino
  • yogurt: è uno dei migliori balsami per capelli. Ricco di vitamine, garantisce capelli sani, lisci e privi di forfora. Basta fare un impacco di 10 minuti e poi risciacquare
  • latte di cocco fresco: massaggiate sul cuoio capelluto e fate agire 20-30 minuti, quindi procedere con il normale shampoo e risciacquare

Cura dei capelli in menopausa

L’indebolimento – e la conseguente caduta – dei capelli in menopausa è un problema abbastanza diffuso. Si tratta della diretta conseguenza del calo di estrogeni e il concomitante improvviso aumento degli ormoni androgeni.

Il risultato? Capelli secchi, spenti, sfibrati e che cadono.

Per porre rimedio al problema, ecco 2 maschere che garantiscono ottimi risultati.

La maschera scrub alla farina d’avena è idratante, esfoliante e nutriente al tempo stesso. Ottima se al problema della caduta si somma la cute grassa.

Procedimento: mettete in una ciotola 2-3 cucchiai di farina d’avena (in base alla lunghezza dei capelli) e aggiungete poca acqua per volta fino a ottenere una cremina spalmabile. Distribuite il composto sulla testa e massaggiate per 5 minuti. Dopo il massaggio, raccogliete i capelli e indossate una cuffietta da doccia. Lasciate in posa 40 minuti e poi fate uno shampoo delicato e naturale.

Maschera anticaduta per capelli normali

Realizzarla è davvero molto semplice e veloce. Basta frullare 2 banane e aggiungere poco per volta dell’olio d’oliva. Applicate l’impacco dall’alto verso il basso, fate agire per 15 minuti, quindi risciacquate.

Cura dei capelli al mare

Sole, sabbia e salsedine non sono di certo amici dei nostri capelli. Tutti questi elementi hanno infatti la capacità di inaridire e disidratare i nostri capelli. Tra i rimedi naturali migliori ricordiamo gli oli vegetali puri al 100%. Di questi, l’alleato numero uno è senz’altro l’olio di cocco, facile da reperire anche al supermercato e meno soggetto al rischio irrancidimento. Aiutandovi con un pettine, distribuite l’olio sui capelli asciutti appena prima di esporvi al sole e tuffarvi in mare o in piscina.

La sera poi, al rientro da una giornata in spiaggia, l’ideale è nutrire i capelli con una maschera a base di ingredienti super idratanti. Perfetto il gel d’aloe, ingrediente molto nutriente. Basta massaggiarlo su tutta la chioma, dalle radici alle punte. Lasciare in posa un quarto d’ora circa e poi procedere con il normale shampoo abituale.

Cura dei capelli dopo l’estate

Nonostante tutte le cure e le attenzioni del caso, al rientro in città è normale ritrovarsi con capelli secchi e sfibrati. È dunque fondamentale nutrire la nostra chioma con ingredienti naturali in grado di ridar vita ai capelli stressati da sole e salsedine.

Ottima in tal senso è la maschera con burro di karitè e olio di cocco. Mischiate i due ingredienti in pari quantità e applicate l’impasto sui capelli umidi. Lasciate in posa mezz’ora prima del consueto shampoo.

Molto efficace anche quest’altra maschera nutriente a base di miele e olio. Ecco come si prepara: mescolate 2 cucchiai di miele con 3 cucchiaini di olio extra vergine di oliva. Massaggiate il composto sulla lunghezza dei capelli, insistendo sulle parti più secche e rovinate, quindi risciacquate dopo 10 minuti.

Ottimi anche gli oli per nutrire i capelli. Si applicano sui capelli umidi prima dello shampoo e vanno lasciati in posa per almeno 30 minuti. L’olio di mandorle è perfetto per capelli dalla fibra grossa, quello di jojoba per capelli fini e quello di argan per i capelli secchi. Per chi non avesse particolari problematiche, l’olio di semi di lino è un evergreen che va sempre bene!

Cura dei capelli per farli crescere

Ci sono particolari fasi della vita e svariati motivi che provocano l’indebolimento dei capelli e la conseguente caduta.

Se ci accorgiamo di avere capelli troppo diradati, fini o deboli, è bene correre ai ripari.

Ecco qui alcuni rimedi naturali da utilizzare in maniera costante per vedere risultati sorprendenti già dopo poche settimane:

  • olio di oliva: da usare tiepido, aiuta i capelli a irrobustirsi, dona corposità e riduce la secchezza. Va tenuto in posa 30 minuti abbondanti (l’ideale sarebbe tutta la notte) e poi procedere con lo shampoo. Ripetere 1 o 2 volte a settimana
  • olio essenziale di rosmarino utile anche per stimolare la microcircolazione del cuoio capelluto. Lasciate in posa l’olio per mezz’ora, oppure aggiungete 5 gocce di olio essenziale di rosmarino ogni 20 ml di shampoo
  • olio di ricino: ne basta 1 cucchiaio sul palmo della mano e poi dovete massaggiare sul cuoio capelluto con movimenti circolari. Coprite i capelli con un asciugamano bagnato di acqua calda e fate agire un paio d’ore. Ripetere il trattamento almeno una volta a settimana
  • olio essenziale di Fieno Greco: 2 gocce aggiunte nello shampoo sono sufficienti per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta. È anche un ottimo alleato contro la forfora
  • olio essenziale di zenzero: ricco di vitamine, minerali, antiossidanti e amminoacidi, lo potete applicare direttamente con un massaggio e poi lasciare in posa per 30-40 minuti, oppure ne potete mettere un paio di gocce nello shampoo
  • olio di cumino: nutre i bulbi stimolando la microcircolazione. Va usato 2 volte a settimana facendo un impacco e massaggiando su tutta la testa. Fate riposare 20 minuti e poi lavate con uno shampoo delicato
  • olio di mandorle: ricco di vitamina B1, minerali e proteina, è da sempre utilizzato per la cura della pelle e delle principali affezioni dei tessuti cutanei
  • henné, oltre a ravvivare i capelli rossi, rafforza la chioma e contrasta la caduta
  • avocado: preparate una maschera rinforzante frullando la polpa del frutto e applicatela sui capelli 30 minuti prima di lavarli

Cura dei capelli dell’uomo

l principale problema degli uomini in fatto di capelli è la caduta precoce.

Come per le donne, anche per il sesso forte, la salute dei capelli si previene e si cura a tavola. Seguire pertanto una dieta che prevede un adeguato consumo di vitamine, soprattutto vitamina C, vitamina A e vitamine del gruppo B. Molto importanti anche gli alimenti ricchi di omega-3, come pesce e semi di lino. Tra i minerali, sono fondamentali ferro, rame, zinco e magnesio. In pratica, in tavola non dovrebbero mai mancare mandorle, avena, miglio, noci e verdura a foglia verde. Importante anche l’apporto proteico proveniente soprattutto da formaggi leggeri e yogurt, ma anche semi oleosi, cereali, frutta e verdura di stagione, soprattutto arance e carote.

Agendo su più fronti, in fatto di trattamenti naturali topici, ecco un paio di utili ricette.

Lozione anticaduta

Fate bollire 150 gr di ortica (foglie e radici), 20 gr di peperoncino e 20 gr di foglie di rosmarino in mezzo litro di aceto bianco per circa 20 minuti. Trascorso tale periodo, fate riposare mezz’ora, quindi filtrate e applicate la lozione ogni sera massaggiando per bene il cuoio capelluto con la punta delle dita. Risciacquate l’indomani mattina.

Più comoda la frizione anticaduta senza risciacquo

Fate bollire in mezzo litro di acqua e mezzo litro di aceto 100 gr di radice di ortica e 100 gr di bardana. Filtrate e massaggiate sul cuoio capelluto evitando la fase del risciacquo.

Cura dei capelli rimedi naturali

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei rimedi naturali per curare e mantenere in salute i nostri capelli. Finora abbiamo visto come affrontare i principali problemi. Ora ci concentreremo invece sui singoli prodotti e andremo a scoprire le proprietà di ognuno di essi e come essi possono venire in aiuto per la nostra chioma.

Cura dei capelli con aloe vera

Da millenni sono note le eccellenti proprietà benefiche di questa pianta. L’aloe vera non si smentisce e si dimostra una valida alleata anche per la cura dei capelli.

Riassumiamo qui di seguito i benefici dell’aloe vera sui capelli:

  • contrasta la caduta dei capelli
  • ossigena il cuoio capelluto
  • purifica la cute mantenendone regolare il PH e il sebo
  • contrasta forfora e prurito
  • rinforza e lucida i capelli
  • rende i capelli più lisci e morbidi

Basta applicare un po’ gel di aloe vera sul cuoio capelluto, massaggiare con movimenti circolari e lasciare in posa per 30 minuti. Quindi fare uno shampoo neutro.


Cura dei capelli con ortica

Avete mai pensato di curare i capelli con l’ortica?

Nota per il suo potere urticante, l’ortica è un’erba commestibile dalle interessanti proprietà anche nei trattamenti anticaduta dei capelli.

Le foglie di ortica apportano infatti vitamine (A, C, B2, B5 e B9) e minerali (zolfo, zinco, rame, ferro, calcio e potassio), tutti elementi molto utili a rinforzare i capelli.

Gli estratti a base di ortica sono ottimi alleati anche per chi ha capelli fragili e che tendono a cadere. Ma è anche un ottimo rimedio contro la forfora e i capelli grassi.

Utilizzare l’ortica per la salute dei capelli è davvero semplice, basta prendere delle foglie essiccate e ridotte in polvere e metterle in infusione in acqua, oppure farle macerare in oli vegetali a scelta. La potete utilizzare pura in modalità lozione oppure la potete aggiungere allo shampoo per i comuni lavaggi.

Nel caso della lozione, se ne consiglia l’applicazione almeno 2 volte alla settimana, sia per prevenire la caduta dei capelli ma anche per normalizzare la produzione di sebo e ridurre così la forfora.

Cura dei capelli con rosmarino

Massaggi, impacchi e lozioni a base di rosmarino sono molto efficaci per la salute e la bellezza dei nostri capelli. Scopriamo il perché:

  • riduce la produzione di sebo
  • previene, contrasta ed elimina la forfora
  • svolge un’azione anti-caduta e rivitalizzante
  • stimola una crescita sana del capello
  • agisce come colorante naturale riducendo la comparsa dei capelli grigi o bianchi
  • inibisce l’impatto negativo dei radicali liberi che accelerano il processo di invecchiamento dei capelli
  • mantiene le radici fresche e idratate
  • evita l’ostruzione dei follicoli piliferi e ne favorisce la corretta ossigenazione
  • deterge a fondo le radici
  • dona alla chioma un aspetto pulito e luminoso

L’olio per la cura dei capelli

Tra i rimedi naturali per la cura dei capelli non possono mancare gli oli. Andiamo a scoprire più nel dettaglio quali in particolare sono più utili per risolvere le varie problematiche.

Cura dei capelli con olio di ricino

L’olio di ricino viene spesso utilizzato in cosmesi per rinforzare ciglia, sopracciglia, unghie e capelli. Nel nostro caso specifico, rinforza i capelli secchi e danneggiati dalle decolorazioni e/o dalle permanenti frequenti, e previene le doppie punte.

Insieme all’olio essenziale di pompelmo o salvia sclarea è molto efficace contro la caduta dei capelli, mentre con l’aggiunta di olio essenziale di tea tree combatte la forfora e il prurito causato da dermatiti del cuoio capelluto.

Per nutrire e rinforzare i capelli, è fortemente consigliata una maschera rinforzante a base di olio di ricino una volta alla settimana. Prepararla è davvero molto semplice. Mescolate 2 cucchiai di olio di ricino, 2 cucchiai di olio di cocco e 5 gocce di olio essenziale di rosmarino. Lasciate in posa 30 minuti.

Cura dei capelli con olio di cocco

Molto utile per definire i capelli ricci, l’olio di cocco ha funzione lisciante e anti-crespa. Per questa funzione va applicato a piega ultimata sui capelli asciutti.

Come impacco pre-shampoo, è meglio invece inumidire i capelli prima di applicare l’olio di cocco.

Mescolato insieme con l’olio di ricino è utile per preparare una maschera rinforzante, nutriente ed idratante. Applicatela sui capelli bagnati, massaggiate su tutta la capigliatura, insistendo soprattutto nei punti dove i capelli sono più secchi. Avvolgete i capelli in un asciugamano umido e lasciate in posa per almeno un quarto d’ora (meglio tutta la notte). Procedere quindi con il normale shampoo e risciacquare per bene.

Cura dei capelli con olio di oliva

Già nell’antico Egitto erano noti gli incredibili benefici dell’olio di oliva per la cura del corpo. In particolar modo quello extravergine, è ricco di vitamina A che previene l’invecchiamento, vitamina E che aiuta la circolazione del cuoio capelluto ed è ricco di acidi grassi che favoriscono l’idratazione. Vediamo 3 usi dell’olio di oliva sui capelli.

  • Ricco di nutrienti, l’olio di oliva è un naturale balsamo che svolge un’azione districante, nutre in profondità e lascia i capelli morbidi e luminosi. Basta far scaldare qualche secondo nel microonde una ciotolina di olio e stenderlo su tutti i capelli. In caso di forfora, applicate anche sul cuoio capelluto. Fate riposare per circa 15 minuti, quindi procedete con lo shampoo
  • Ristrutturante delle doppie punte: ne basta qualche goccia proprio sulle doppie punte. Fate agire una notte intera
  • Maschera ristrutturante a base di olio di oliva e miele. Amalgamate 3 cucchiai di olio con 3 cucchiai di miele. Applicate il composto sui capelli partendo da metà lunghezza, coprite la chioma con della pellicola e fate agire per circa 30 minuti. Procedete quindi con il normale shampoo

Cura dei capelli con farina

La farina viene spesso utilizzata come ottimo sostituto in ambito cosmetico. Per quanto riguarda i capelli, si presta sia a essere utilizzata come shampoo secco sia come ingrediente per preparare uno shampoo tradizionale.

Nella prima ipotesi, basta semplicemente applicarla sui capelli e attendere qualche secondo in modo tale che assorba il sebo in eccesso. Quindi rimuovete la farina dalla testa aiutandovi con un asciugamano pulito.

Per la preparazione di un comune shampoo è più consigliata la farina di ceci, che lava molto bene ed è indicata anche per chi ha i capelli molto grassi. Non da ultimo, è anche un’ottima fonte di minerali, vitamine e proteine, tutti nutrienti essenziali per dar forza e volume ai capelli.

Vediamo come si prepara lo shampoo fai da te alla farina di ceci. Mescolate 2 cucchiai di farina di ceci in poca acqua, quel tanto che basta per ottenere un composto non troppo denso e che risulti facilmente spalmabile. E usate come un normale shampoo. Se lo shampoo alla farina avesse un odore non propriamente gradevole, potete aggiungere un paio di gocce di olio essenziale di vostro gradimento. Lavanda e rosmarino sono i più consigliati poichè svolgono al contempo un’azione antisettica e stimolante, utili per migliorare la crescita dei capelli e contrastare la formazione di forfora.

Cura dei capelli con cheratina

La cheratina è una proteina naturale che si trova negli strati esterni di unghie, pelle e capelli. Perdita e diminuzione di cheratina sono fenomeni piuttosto comuni per i capelli, fenomeno che rende i capelli deboli e soggetti alle doppie punte.

Tutti i saloni di parrucchieri offrono principalmente 2 tipi di trattamenti alla cheratina: ricostruttivo o lisciante. Ma è possibile fare un trattamento alla cheratina anche a casa.
Anzitutto occorre procurarsi della cheratina liquida, da usare insieme ad altri prodotti, oppure dei comodi kit già pronti contenenti tutto ciò che vi serve.
Il procedimento è abbastanza semplice. Ecco tutti i passaggi da seguire:

  • lavate i capelli con lo shampoo apposito
  • separate le ciocche ed applicate su ognuna di esse il trattamento alla cheratina scelto
  • lasciate in posa per 15-20 minuti
  • asciugate i capelli a temperature molto alte per fissare la cheratina
  • passate la piastra su ogni singola ciocca
  • evitate di lavare i capelli per almeno 48 ore

Il trattamento alla cheratina a casa dura fino a 2-3 mesi e garantisce i seguenti benefici:

  • dona nuova vita al fusto aggiungendo strati sul capello
  • dà maggiore corposità ai capelli perché va a ricompattare il fusto del capello
  • rende i capelli lisci, lucenti ed elastici

Cura dei capelli con glicerina

La glicerina è un ingrediente molto utile per restituire vitalità ai capelli secchi e sfibrati. Nello specifico:

  • stimola la crescita dei capelli
  • ripara le doppie punte
  • li rende più lucenti
  • rende i capelli più facili da pettinare
  • combatte l’effetto crespo
  • idrata il cuoio capelluto
  • elimina la forfora

Per godere di tutti questi benefici, possiamo usare la glicerina in vari modi. Vediamoli qui di seguito.

Maschera idratante

Mescolate insieme 1 cucchiaio di glicerina vegetale, 1 cucchiaio di olio di oliva e 1 cucchiaio di miele. Applicate l’impasto pastoso così ottenuto sui capelli umidi. Fate agire 20 minuti circa e quindi procedete con il normale lavaggio.

Shampoo alla glicerina e camomilla

In 500 ml di acqua bollente aggiungete 4 cucchiai di camomilla in polvere, 2 cucchiai di glicerina vegetale in gel e 4 cucchiai di sapone in polvere inodore. Ed ecco pronto lo shampoo alla glicerina e camomilla.

Balsamo

Amalgamate 125 ml di glicerina con 2 cucchiai di balsamo (meglio se inodore) con 625 ml di acqua. Dovreste ottenere un composto non troppo denso. Lavate i capelli come di consueto ed applicate il composto come un qualsiasi balsamo. Quindi risciacquate.

Cura dei capelli con bicarbonato

Economico e facile da reperire, il bicarbonato di sodio è sempre un’ottima scelta quando si parla di rimedi naturali e cosmetici fatti in casa. Vediamo alcuni dei suoi utili utilizzi per la salute e il benessere dei nostri capelli.

  • Trattamento antiforfora e per regolare il sebo: 200 ml di acqua e 2 cucchiai di bicarbonato
  • Potenziare gli effetti del balsamo: basta miscelare in parti uguali balsamo e bicarbonato
  • Lavare i capelli con aceto e bicarbonato anziché il normale shampoo
  • Azione purificante: preparare una lozione costituita da 2 cucchiai di bicarbonato di sodio in una tazza di infuso di rosmarino. Mettere sui capelli bagnati e far agire

Cura dei capelli con zinco

Tra i minerali più importanti coinvolti nel benessere dei nostri capelli troviamo lo zinco, che svolge un ruolo importante nella crescita e nella riparazione del tessuto pilifero. Ecco perché il diradamento e la perdita dei capelli sono sintomo molto comune di carenza di zinco.

Un buon apporto di zinco quindi:

  • favorisce la crescita dei capelli
  • stimola la produzione di collagene
  • previene la caduta dei capelli

Si consiglia pertanto di portare spesso a tavola cibi integrali, oltre a spinaci, ceci, fagioli, fegato, pollame, funghi, germe di grano, semi di zucca, gamberi, tuorli d’uovo, prodotti di soia, yogurt e cacao.

Cura dei capelli quando rivolgersi al medico

Tutti gli argomenti affrontati e i consigli che abbiamo dato sono utili se applicati in un contesto di normalità e nella sfera della quotidiana routine. Ci sono poi situazioni in cui però il fai da te e i rimedi naturali non possono più bastare ma diventa necessario il consulto e l’intervento di un medico specialista.

Se si osserva un’anomala caduta di capelli è bene rivolgersi al medico quanto prima per evitare il rischio di alopecia permanente o scongiurare altre problematiche nascoste. La diagnosi precoce è come sempre fondamentale per accertare le cause e individuare il trattamento adatto al problema.

In caso di arrossamenti, prurito, irritazione e secchezza del cuoio capelluto che perdurano nel tempo, non si affievoliscono con i rimedi naturali e sono ormai diventati alquanto fastidiosi da sopportare, è necessario il consulto del proprio medico di base o, meglio ancora, di un tricologo o di un dermatologo. Spesso infatti, quelli appena elencati possono essere anche i sintomi di problematiche molto diverse tra loro.

Tra le principali patologie a livello del cuoio capelluto ricordiamo la psoriasi, l’eczema, la dermatite seborroica, l’alopecia areata e i tumori cutanei.

Cura dei capelli: quali prodotti usare

Trattati o meno che siano, secchi o grassi… indipendentemente dalle caratteristiche dei nostri capelli, ogni giorno questi subiscono aggressioni esterne a causa dell’esposizione a sole, smog, inquinamento, vento, pioggia, freddo…

Dobbiamo quindi prendercene cura in maniera davvero scrupolosa e dedicargli tutta l’attenzione e le cure possibili.

Vediamo allora qual è l’esempio di una corretta “hair routine” a base di prodotti rigorosamente naturali.

Laviamo i capelli ogni 2/3 giorni, non di più. E utilizziamo uno shampoo delicato. Meglio se realizzato in modalità home-made aggiungendo ad un sapone neutro uno degli ingredienti suggeriti in base alle proprie problematiche. Ottima l’ortica ad esempio se avete la forfora e i capelli grassi. Ideali i semi di lino, l’olio di mandorle, il burro di karitè, l’aceto di mele o l’olio di germe di grano per domare le indisciplinate chiome ricce e crespe.

Prima del risciacquo finale, per ravvivare il colore può essere utile fare un impacco di una decina di minuti: a base di castagno per i capelli scuri, hennè o succo di barbabietola per le chiome rosse, cacao, caffè o rosmarino per i capelli già bianchi.

Asciugate i capelli tenendo il phon a 15-20 cm dal capo e con un getto di aria non troppo caldo. Limitate alle sole occasioni speciali l’utilizzo di piastre e altri accessori che stressano le fibre dei capelli.

Se avete i capelli deboli e sfibrati potrebbe essere utile 1 volta alla settimana una maschera o una lozione a base di glicerina.

In estate, tra mare, sole, sabbia e piscina, raccomandiamo di prendervi cura dei vostri capelli ancora di più. Durante il giorno li potete proteggere con dell’olio di cocco, mentre la sera, l’ideale è nutrirli con una maschera super idratante. Ottimo il gel d’aloe.

E al rientro in città, una bella maschera nutriente ed idratante un paio di volte la settimana. Burro di karitè e olio di cocco oppure miele e olio.

Altri articoli che vi consigliamo di leggere

Outbrain

View Comments

Share
Published by
Maura Lugano

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.