Notizie

Curiosità green: i rifiuti prendono il largo!

A Napoli e dintorni non si placano i venti di protesta e i disagi intorno al problema dei rifiuti. L’ancora di salvezza potrebbe però arrivare dal mare, attraverso il  progetto “Plasmare”, presentato nei giorni scorsi da Cetena, il centro di ricerca navale di Fincantieri.

Curiosità green: i rifiuti prendono il largo!

Il concetto è molto semplice: spostare al largo delle coste il trattamento degli Rsu, attraverso degli impianti galleggianti in grado anche di convertire la spazzatura in energia.

Dagli stabilimenti di Castellamare di Stabia dovrebbero uscire due chiatte, la prima dedicata alla ricezione dei rifiuti solidi urbani con produzione di combustibile da rifiuti (Cdr) e la seconda per la gassificazione dello stesso prodotto tramite l’utilizzo della tecnologia al plasma: una sorgente termica ad alta temperatura, prodotta da archi elettrici ad alta corrente generati in un gas a pressione atmosferica, permetterebbe di distruggere rifiuti speciali liquidi e gassosi in elementi atomici con generazione di inerti vetrificati e gas semplici non tossici. In parole più semplici, 400 tonnellate di rifiuti potrebbero ogni giorno produrre anche delle riserve energetiche.

Fincantieri ha evidenziato i “plus” che potrebbero derivare dal progetto: emissioni inquinanti solide e gassose prossime allo zero, tempi di realizzazione brevi, costi di realizzazione ed operativi contenuti, limitato impatto sul territorio grazie alla possibilita’ di localizzare gli impianti in opportune aree portuali dismesse o abbandonate. Senza dimenticare, infine, che la  costruzione delle piattaforme, darebbe impulso all’industria cantieristica, generando importanti ricadute occupazionali nel settore navalmeccanico, a livello di reparti produttivi e gestionali.

Per saperne di più,  si può consultare il sito web ufficiale del polo di ricerca: http://www.cetena.it/

Articoli correlati:
Italia prima in Europa per produzione di rifiuti: che bel record…

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close