Dalle feci di Panda un sostituto del petrolio!

di Massimiliano del 4 Settembre 2011

E’ il simbolo degli animali in via di estinzione ma pure della terra in pericolo e ora si è scoperto addirittura che il Panda potrebbe salvare l’umanità dalla crisi energetica. In modo sostenibile. Grazie a microorganismi contenuti nelle loro feci, che permettono di ridurre le fibre in zuccheri e poi con la fermentazione in bioetanolo. Insomma combustibile naturale e senza sottrarre preziosa terra all’agricoltura.

Dalle feci di Panda un sostituto del petrolio!

La rivoluzionaria scoperta è merito dei ricercatori della Mississippi State University (http://www.msstate.edu) che hanno speso un anno ad analizzare le feci dei Panda dello zoo di Memphis. In pratica i batteri dei Panda (simili a quelli delle termiti, ma più produttivi) permetterebbero di ottenere energia dagli scarti delle lavorazioni agricole. Per di più la produzione degli organismi negli intestini dei Panda avviene a basse temperature e in modo abbastanza semplice. In altri termini è possibile produrre dei fermenti su scala industriale, agevolando una pratica estesa di questi processi di fermentazione.

I risultati della ricerca sono stati presentati al Meeting & Exposition della American Chemical Society (ACS).

I benefici? Liberare le terre dalla produzione di mais e soia per scopi energetici. I bio carburanti infatti hanno un impatto sociale molto negativo perché rubando spazio e risorse all’agricoltura fanno aumentare il costo delle materie prime alimentari. Insomma, far andare le auto con biocarburante affama grosse fette di popolazione mondiale.

Ma i sostituti al petrolio non si scoprono solo nelle feci dei Panda e in numerose università (in particolare statunitensi)  sono in corso ricerche per la produzione di lieviti che permettono di ottenere biocarburante, per esempio, dalle alghe marine.

La scoperta sui Panda ha un alto valore simbolico perché dimostra che la campagna mondiale per preservarli dall’estinzione (esistono poche migliaia di esemplari in natura e poche centinaia negli zoo) non è solo un’azione romantica ma ha un alto valore economico, sociale ed economico. La loro tutela è utile al uomo. Preservando loro, preserviamo noi. Tutti siamo indispensabili su questa terra.

Si parla di panda anche in:
Quanti panda sono rimasti allo stato selvatico?
Video natura: la fuga dei Panda dallo zoo
Video del giorno: cuccioli di Panda giocano con cavallino a dondolo
Baby Panda: un boom delle nascite in cattività in Cina

{ 1 comment… read it below or add one }

VALERIA GENESINI settembre 5, 2011 @ 10:23 am

Non e’ che ora il Panda lo moltiplicano per la sua pupu? Sfruttamento intensivo per sostituire il petrolio, ci pensate? Forse e’ meglio non farlo sapere ai cinesi…conoscendo i soggetti!

Rispondi

Leave a Comment

{ 1 trackback }