Categories: Notizie

Damien Hirst progetterà un quartiere eco in Inghilterra nel Devon

Cosa c’entra Damien Hirst con l’ecologia? L’artista britannico, classe 1965, è famoso per le sue opere provocatorie sul tema della morte, tra cui spiccano il celebre calco in platino di un cranio umano tempestato di diamanti e una serie di animali imbalsamati immersi in formaldeide – il che gli ha suscitato semmai le critiche degli ambientalisti.

Che sia proprio per riscattarsi da queste critiche, per una subitanea vocazione ecologista o semplicemente per lanciare l’ennesima provocazione, fatto sta che Hirst annuncia adesso una svolta green, grazie al suo nuovo progetto: costruire un quartiere di 500 abitazioni ecologiche a Ilfracombe, pittoresca cittadina del Devon.

L’opera sarà frutto del lavoro congiunto di Hirst e dell’architetto Mike Rundell, con cui aveva già collaborato nel 2006 per la realizzazione del ristorante Pharmacy a West London.

Le case ecologiche saranno fornite di pannelli solari e turbine eoliche, verranno costruite con materiali ecocompatibili, godranno di un ottimo isolamento termico e trarranno vantaggio dall’applicazione delle ultime novità in fatto di domotica.

Dal punto di vista estetico l’obiettivo è quello di realizzare un quartiere in armonia col tessuto urbano preesistente, utilizzando anche elementi architettonici e decorativi tradizionali, in quanto l’artista avrebbe orrore dei moderni edifici “anonimi e senza vita”, come dichiarato dallo stesso Rundell.

Il progetto dovrebbe essere presentato entro sei mesi e i due ideatori prevedono di iniziare i lavori di costruzione nel 2013.

Quartieri eco-sostenibili, leggi anche:

Outbrain

Share
Published by
Viola Carmilla

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.