Notizie

Dezhou: la nuova città del sole in Cina

Nonostante il negativo primato mondiale nelle emissioni di anidride carbonica e per il consumo di carbone, la Cina prova a rivalersi grazie alla piccola rivoluzione “green” realizzata nella città di Dezhou, a metà strada tra Pechino e Shangai.

Anche nota come “Terra Santa delle energie rinnovabili”, in pochi anni Dezhou è riuscita ad assicurare ai suoi cittadini un approvigionamento energetico che pone una sfida concreta all’utilizzo del carbone attraverso la diffusione di pannelli solari.

Dezhou: la nuova città del sole in Cina

L’80 % degli abitanti di questa città cinese, ad esempio, può ottenere una doccia calda quotidiana attraverso il boiler solare. I pannelli solari termici montati sui tetti dei condomini oltre a garantire la produzione di acqua calda, permettono anche il funzionamento di semafori e lampioni.

Nella città del sole gli orti e i giardini (anche pensili a scopo isolante e refrigerante) sono ispirati ad una filosofia verde e improntata al risparmio delle risorse: essi vengono irrigati, infatti, almeno parzialmente, con un sistema di recupero dell’acqua piovana.

La possibilità di realizzare una città fondata sui principi della “green economy” proviene dal tycoon proprietario dell’impresa del solare al primo posto in Cina, Huang Ming.

Ingegnere petrolifero pentito, Ming ha deciso di puntare tutto sulle rinnovabili costruendo una città ideale come Dezhou per i sostenitori del “green power” e rendendo possiibile la nascita di una vera e propria Solar Valley.

In un Paese ad alto tasso inquinante come la Cina, Dezhou non può che essere una goccia nell’oceano ma il segno di un cambiamento di rotta che inizia sempre più a prender corpo.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close