Categories: Spesa biologica

Prodotti Biologici: dove acquistare alimenti biologici

Sempre più spesso sentiamo parlare di prodotti biologici, alimenti e cibi biologici.  E se è vero che “siamo ciò che mangiamo” è meglio prediligere proprio quella tipologia di prodotti per essere più sani e più rispettosi dell’ambiente.

I prodotti alimentari ottenuti dall’agricoltura biologica, che non vengono trattati con pesticidi e additivi chimici nocivi all’uomo e all’ambiente e che, grazie al metodo naturale con il quale vengono coltivati e trasformati, mantengono inalterato l’equilibrio tra sali minerali, vitamine e proteine: elementi nutrizionali vitali. Parliamo anche di un’alimentazione sicura visti i periodici controlli ai quali i prodotti sono sottoposti. Dal punto di vista normativo, infatti, gli alimenti biologici sono i prodotti alimentari “ottenuti con metodo di produzione biologico” secondo quanto stabilito dal regolamento CEE 2092/91.

Nella spesa quotidiana si può optare per la scelta di alimenti provenienti da agricoltura biologica o dal commercio equo solidale e se prestiamo attenzione anche il nostro supermercato abituale, così come molti altri esercizi commerciali, si stanno adeguando in questo senso.

Ecco una lista dei maggiori punti vendita che offrono prodotti biologici come guida ai vostri acquisti:

Auchan: offre prodotti da filiera controllata, che garantiscono attenzione per la salute dei consumatori, rispetto dell’ambiente e del benessere degli animali, e prodotti biologici, ottenuti escludendo l’impiego di antiparassitari e di sostanze chimiche di sintesi.

B’Io: è una catena di negozi specializzati in prodotti da agricoltura biologica e biodinamica.

Bennet: offre prodotti a marchio “Filiera” (carne, ortofrutta, pesce), che garantiscono controlli di sicurezza, qualità e rispetto dell’ambiente e degli animali.

Carrefour: offre prodotti a marchio privato “Scelgo Bio”, ottenuti esclusivamente attraverso l’impiego di tecniche di coltivazione e di allevamento naturali, escludendo l’uso di pesticidi, diserbanti, concimi chimici ed OGM.

marchi bio

Conad: offre i propri prodotti a marchio “Conad il Biologico”, che risponde ai più elevati principi di garanzia, salubrità, sicurezza e tutela dell’ambiente.

Coop: ha una linea molto fornita di biologico

Crai: propone dei corner chiamati “Eco Point” all’interno dei punti vendita dove è possibile acquistare prodotti sfusi, limitando così gli impatti degli imballaggi; l’azienda è impegnata anche nello sviluppo di una propria linea di prodotti equo solidali.

Esselunga: offre prodotti a marchio “Naturama”, basati sul principio della filiera controllata e della rintracciabilità, e prodotti a marchio “Esselunga Bio”, ottenuti attraverso la rotazione delle colture e l’uso di concimi verdi.

GS: offre prodotti a marchio “Scelgo Bio”, frutto di una coltivazione completamente naturale, che esclude l’utilizzo di sostanze chimiche.

Iper: offre prodotti a marchio “Patto Qualità Iper”, ottenuti controllando costantemente i terreni e i metodi di coltivazione, l’alimentazione e la crescita degli animali, nel dell’ambiente e dei cicli naturali, supportando i piccoli allevatori locali;offre anche prodotti “Bio”, nati da sementi biologiche, coltivati nel rispetto delle reali possibilità dei terreni e senza additivi chimici di sintesi.

Natura Si: è una catena di supermercati specializzato in prodotti biologici, sia a marchio proprio sia di produttori terzi.

PAM: alcuni dei prodotti a marchio Pam Panorama sono ottenuti da agricoltura biologica, mentre altri sono certificati Ecolabel.

Standa: offre prodotti a marchio “SI! Naturalmente” per derivati da agricoltura biologica

Esistono poi i Gruppi di Acquisto Solidali o i Mercati del Contadino dove è possibile approvvigionarsi di frutta biologica e verdura bio.

Un Gruppo d’Acquisto Solidale – il cosiddetto GAS  – e’ formato da un insieme di persone che acquistano all’ingrosso prodotti alimentari o di uso comune per ridistribuirli tra loro. Nel momento in cui si decide di usare la “solidarietà” come principio-guida nella scelta dei prodotti il gruppo diviene appunto solidale, cioè unito. I gruppi si occupano di reperire prodotti provenienti da piccoli produttori locali cercando di conoscerli direttamente e ridurre l’inquinamento e lo spreco di energia derivanti dal trasporto.

I Mercati del contadino (gli americani Farmer’s Market) sono mercatini in genere rionali che si tengono la domenica all’aperto o in una sala comunale. Qui il venditore è direttamente il contadino. Quindi favoriscono l’incontro diretto tra produttore e consumatore, dando la priorità ai piccoli produttori. Accorciando il numero degli intermediari commerciali a favore della diminuzione del prezzo finale favoriscono la vendita a livello locale e il rispetto delle stagionalità dei prodotti.

La più importante organizzazione di commercio equosolidale italiana è Altromercato specializzata nella promozione e nella realizzazione di iniziative di economia solidale per l’autosviluppo dei popoli, contadini e artigiani soprattutto, nel Sud del mondo. Le Botteghe di Altromercato si trovano un pò dovunque in Italia, specie nelle grandi città, in regime di franchising. I prodotti in vendita sono sia alimentari che vestiti, agende, libri, giochi, gioielli etnici e tessuti per la casa.

Infine, sul sito dell’Associazione Civiltà Contadina, che si occupa di preservare la biodiversità rurale è possibile identificare le organizzazioni più vicine dedicate alla vendita di prodotti agricoli e di allevamento ottenuti tramite tecniche attente all’ambiente e al benessere degli animali.

Allora perché scegliere alimenti biologici? Per nutrirci in modo più responsabile, proteggendo il nostro corpo dall’introduzione di conservanti e coloranti, per aiutare l’ambiente grazie al minor utilizzo di sostanze chimiche non contaminando le caratteristiche del suolo e rispettando qualsiasi forma di vita. Mangiamo bio per vivere bio: corpo e coscienza ci ringrazieranno!

Articoli correlati al mercato dei cibi biologici:

Outbrain

View Comments

  • Ormai faccio anche la spesa online, ti arriva tutto a casa senza problemi e affanni... Mi affido a siti online con prodotti certificati, i prezzi poi in genere sono abbastanza vantaggiosi, basta approfittare delle offerte.

  • Articolo davvero interessante! dal canto mio, mi sento di dire che per mangiare davvero in modo sano, sarebbe bene che anche i contenitori in cui coltivare i prodotti fossero eco-compatibili. una soluzione, in alternativa ai soliti vasi è VIPOT, il vaso naturale per eccellenza. Tra le tante qualità è leggero, biodegradabile, resistente al gelo e agli sbalzi di temperatura.
    L’azienda Total Packaging produce questo vaso naturale in LOLLA DI RISO che oggi è la vera unica alternativa ai vasi in plastica: leggero ma poroso come un vaso in terracotta e totalmente biodegradabile. Infatti la pianta, insieme al vaso VIPOT, viene messa a dimora direttamente in campo, nell’aiuola, nell’orto o in un vaso più grande, senza dover smaltire il vaso come rifiuto.
    Vipot ha molti altri vantaggi: è resistente al gelo e possiede eccellenti proprietà di isolamento del calore per consentire un ottimo sviluppo dell’apparato radicale della pianta (evita lo spiraleggiare delle radici),
    Essendo poi un prodotto biodegradabile, una volta usato e gettato viene raccolto e sottoposto a un processo di fermentazione naturale che permette di estrarre il BIOGAS: una risorsa energetica alternativa e sostenibile per la produzione di energia termica ed elettrica.
    Per saperne di più, visitate il sito:
    http://www.vipot.it/
    e la fan page di facebook:
    http://www.facebook.com/Vipot.vasobio

    che ne pensate?

Share
Published by
Alessandra Mambri

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.