Notizie

Estinzione di massa negli Oceani?: rapporto da brivido…

Un rapporto allarmante quello diffuso recentemente da un gruppo di internazionale di esperti impegnati nello studio dellecondizioni di salute delle specie marine che popolano gli oceani.

Estinzione di massa negli Oceani?: rapporto da brivido…

Secondo le analisi sui dati raccolti, infatti, pare che l’intero ecosistema marino sia esposto a un imminente rischio estinzione di massa senza precedenti, causato dall’effetto combinato di fattori quali l’inquinamento, l’acidificazione,   il surriscaldamento, la deossigenazione e la pesca eccessivapraticata nelle acque oceaniche soprattutto negli ultimi anni. La preoccupante relazione rappresenta il frutto di un workshop sullo stato degli oceani organizzato dall’ Iucn e dall’ International programme on the state of the ocean (Ipso) che ha preso in considerazione per la prima volta l’impatto cumulativo di tutte le pressioni sugli oceani.

Il comitato scientifico ha concluso che «La combinazione di stress sull’oceano sta creando le condizioni associate ad ogni precedente importante estinzione di specie nella storia della Terra. E la velocità e il tasso di degenerazione nell’oceano è molto più grande di qualsiasi altro previsto. Molti degli impatti negativi identificati – si precisa nel rapporto – sono maggiori delle peggiori previsioni. Come risultato, anche se difficile da valutare, i primi passi significativi verso un’estinzione a livello globale possono essere iniziati, con un aumento del rischio estinzione per le specie marine come quelle della barriera corallina che formano i coralli».

Ad allarmare gli scienziati sono soprattutto le tante prove raccolte sugli effetti nefasti dei cambiamenti climatici, che uniti agli impatti dannosi prodotti dall’uomo, come la pesca eccessiva e i concimi utilizzati in agricoltura e dispersi in mare, hanno già causato un drammatico declino della salute dell’oceano.

In particolare, l’aumento di ipossiaanossia (assenza di ossigeno, nota come ocean dead zones) unita  al riscaldamento e l’ acidificazione degli oceani,  rappresentano i tre fattori all’origine delle estinzioni di massa avvenute nella storia della Terra. «C’è una forte evidenza scientifica – sottolineano gli studiosi – che questi tre fattori si stiano combinando di nuovo nell’oceano, esacerbati da molteplici gravi stress».

Il rapporto propone una serie di interventi e raccomandazioni e chiede agli stati, agli organismi internazionali e all’Onu «Di attuare misure per una migliore salvaguardia degli ecosistemi degli oceani» e in particolare chiede «L’adozione urgente di una migliore governance dei mari, in gran parte non protetti, che compongono la maggior parte dell’oceano».

Articoli correlari:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close