Fotografie della Natura di Giorgio Di Maio

di Salvo del 12 febbraio 2012

Abbiamo ricevuto da Giorgio Di Maio, fotografo Napoletano, due video molto belli sui paesaggi della Lucania che sono una successione di immagini scattate direttamente da Giorgio con una vecchissima macchina solo e soltanto manuale, Meccanica.

Fotografie della Natura di Giorgio Di Maio

Le immagini sono molto belle, a volte sembrano quasi dipinte ed abbiamo chiesto a Giorgio qualcosa di più.

Ecco cosa ci ha detto in un’intervista “virtuale”:

  • “Sono architetto e nella prima mostra Colonie di artisti, mi definivo impegnato (nel 1992) in una ricerca nell’architettura organica. Quindi la Natura, si vede, l’ho sempre rispettata.
    Detesto il razionalismo e le casette bianche poggiate in qualunque ambiente e prediligo l’inserimento dell’architettura nell’ambiente.
    L’Amore per la Natura, vero e proprio innamoramento, è nata facendo questo lavoro.
    A parte tutte le altre implicazioni ideologiche: in un’altra mostra -alla fine l’amore del 1996-, parlavo dell’idiozia umana di credere in un progresso autoregolamentato. Ero convinto che prima o poi la Natura ce l’avrebbe fatta …pagare.


Le foto – come dice la descrizione ai video – sono tutte fatte in breve spazio: un raggio di circa 20 km intorno la città di Venosa, la patria di Orazio. Tranne alcune – nei pressi di Ferandina (Mt), paese di origine di mia madre.

Vi riporto ora uno dei commenti alle mie foto:

“Molto belle e suggestive. È incredibile come in ogni foto il filo conduttore sia quello di rappresentare una Natura mai scevra dal rapporto con l’operato umano… ‘Elementi antropici’ latenti caratterizzano ogni immagine, quasi a voler rappresentare una Natura ‘manipolata’ ma non alterata nella sua lussureggiante bellezza.

Ed – in verità – sono parole che mi hanno fatto molto piacere. Mio zio era contadino, seppur proprietario di estensive (faceva grano), e conosco l’amore e la cura di quei contadini nel trattare la terra. Oltre che la conoscenza, il mestiere.

Come fotografo? Innanzi tutto la mia formazione di architetto, con la predilizione per Wright, il Neoplasticismo, Mondrian e l’Impresionismo francese.

Poi ho deciso di darmi una formazione anche come fotografo. Ho studiato; ed in primo luogo la fotografia americana del paesaggio. Se uno deve scegliersi dei punti di riferimento se li deve scegliere alti! Ansel Adams,

La musica? Kimbra l’ho scoperta da poco su Internet e me ne sono subito innamorato. Vi invio un link: http://youtu.be/u1mUwwuw4Ik

Altro? ..ah…in realtà ho bisogno di soldi!
Questo lavoro piace a tanti. Piacque anche a G.L. Rondi e sembrava che dovesse essere esposto in occasione di uno dei Festival internazionali del cinema di Roma. Poi..chissà se..qualcuno si oppose,  o forse fu soltanto mancanza di fondi, peccato !
Case editrici disposte a pubblicarle se ne sono trovate ma mancano soldi.



E la Regione Basilicata non mi ha degnato di una risposta. Alla fine ho deciso di metterlo on-line. Accettare sfide ‘più giovani’ e libere.

Soldi per pubblicare il lavoro? Magari. Ma piu che altro cerco lavoro. Vorrei continuare a fotografare Natura. Sogno un viaggio in Islanda..ad esempio.”

Ti Ringraziamo Giorgio per le bellissime immagini che ci ha regalato e speriamo che tutti i tuoi sogni si possano realizzare, magari chissà anche grazie a quest’intervista 😉

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment