GAU:DI, un concorso per ridisegnare il mercato in modo sostenibile

di Barbara Nazzari del 23 ottobre 2011

Città come spazio di integrazione, di comunicazione, di interrelazione: questo è il concetto alla base di Gau:di, concorso europeo per l’architettura sostenibile. Perché la città non è una somma di edifici ma lo spazio vivo in cui opera una comunità.

E tradizionalmente quale luogo ha incarnato la socialità, lo scambio e il confronto se non il mercato? Per questo Gau:di sfida gli studenti europei alla progettazione di un mercato coperto multi-funzionale costruito con materiali di riciclo.

Uno spazio che ospiti mostre, spettacoli teatrali e musicali e che sia anche un semplice luogo di ritrovo, dove intrattenersi insieme agli altri e ricreare quel tessuto sociale di relazioni che nelle moderne e caotiche città sembra ormai perso.

Centrale è anche il metodo di costruzione, particolare a cui la giuria presterà particolare attenzione: il mercato dovrà essere costruito con materiali economici e sostenibili, con tecniche innovative e tenendo conto delle tradizioni e delle risorse locali. Il progetto vincente sarà realizzato ed esposto nel settembre 2012 vicino ai Giardini della Biennale di Venezia, in Campo San Francesco della Vigna.

Sperando che progetti come questo non restino oggetti da esposizione, ma diventino realtà in tutte le grandi e piccole città europee.

Vedi bando e modalità di partecipazione (fino al 31 Ottobre):

http://studentcompetition.citechaillot.fr/dokuments.html

 

Vedi anche: I farmers market in Italia

 

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment