Germania: in arrivo la prima autostrada per le biciclette

di Manuela Raganati del 23 luglio 2011

Sembra un progetto futuristico, invece, nella progressista Germania sta per attuarsi la prima autostrada per biciclette del mondo! Probabilmente si chiamerà Radler B-1 e correrà parallela all’autostrada del Nord Reno Westphalia, il tratto stradale tra i più trafficati della Germania, che collega Dortmund a Duisburg, i due centri industriali più importanti e popolati della federazione.

FOTO: scopriamo per immagini il progetto della prima autostrada per biciclette in Germania

La prima bici-strada rivoluzionerà il piano dei trasporti tedesco, secondo le stime del Ministro socialdemocratico Harry Voigtsberger. Infatti, molti pendolari hanno già deciso di rinunciare alle automobili, per evitare le lunghe e noiosissime code sulla A40, ribattezzata, per l’appunto, l’Autobahn delle lumache.

Spesso i lavoratori tedeschi preferiscono utilizzare le biciclette. Per questo, l’azienda dei trasporti urbani della Ruhr sta studiando i costi e la progettazione di questa bici-strada, che dovrà essere asfaltata, scorrere in piano, libera da incroci e ben illuminata. Lunga 60 km, larga ben 5 m, l’autostrada per biciclette, oltre a risolvere l’emergenza del traffico, assicurerà una minore emissione di sostanze inquinanti nell’aria, favorendo, allo stesso tempo, la viabilità e l’ambiente.

Speriamo che questo modello di pista ciclabile interurbana possa essere presto realizzato ed esportato in tutta Europa!

Forse ti potrebbe interessare anche:
Itinerari in bici in Tirolo, una vacanza a Tuttogreen
Friuli, le piste ciclabili in versione low-cost
Piste ciclabili in crescita in Italia secondo Legambiente
Copenaghen, patria delle bici: arriva anche il commutatore Green Wave
EuroVelo, in bici attraverso l’Europa
Come andare al lavoro in bicicletta: ecco 10 consigli!
Ecoviaggi: anche la Svizzera propone vacanze in bicicletta
Liguria in bicicletta: la nuova pista ciclabile a Sanremo, Riviera dei fiori
Bikenomics: quando la bicicletta fa bene anche all’economia

Outbrain

{ 2 comments… read them below or add one }

Edoardo Sorani gennaio 3, 2012 alle 3:33 pm

Fantastico! Non vedo l’ora che tentino questa strada anche in Italia, anche se qui probabilmente pagheremo dei pedaggi allucinanti!

Rispondi

alessio murgia luglio 23, 2011 alle 2:28 pm

Pendi esempio…Sardegna isola turistica

Rispondi

Leave a Comment

{ 2 trackbacks }