Greepeace bacchetta Facebook: il social network inquina troppo

di Roberta del 14 Aprile 2011

Greenpeace lancia la sfida a Facebook sul terreno della sostenibilità. Il social network per eccellenza è nel mirino dell’organizzazione ambientalista da tempo per il fatto di utilizzare un numero rilevante di datacenter (pare il 55%) alimentati a carbone.

Greepeace bacchetta Facebook: il social network inquina troppo

Una cifra preoccupante, se pensiamo che Facebook è una delle imprese con la bolletta elettrica più elevata del pianeta e che per alcuni dei suoi nuovi datacenter si sta orientando sempre sul carbone, peggiorando ulteriormente il suo record negativo di energia “sporca” usata per il suo funzionamento: per fare un paragone con altri colossi del web, Yahoo! usa il 12,7% della sua energia prodotta da carbone e Google il 34%.

Per mettere pressione su Facebook anche a Milano ieri si è svolto un blitz di Greenpeace in Piazza Duomo, dove è stato esposto uno striscione con un chiaro messaggio per Facebook (vedi video).
Come ricorda Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia, Facebook “sta sostenendo in tutto il mondo l’attivismo e la democrazia e adesso ha l’opportunita’ di guidare anche una rivoluzione energetica, eliminando fonti pericolose come nucleare e carbone e passando alle rinnovabili”.

Il settore delle tecnologie informatiche, spiega l’ambientalista, “è quello con la maggior crescita al mondo in termini di uso di energia elettrica”, e secondo un rapporto pubblicato da Greenpeace “al tasso di crescita attuale i centri di elaborazione dei dati e i sistemi di comunicazione del settore informatico consumeranno nel 2020 più del triplo di oggi, tanto quanto Francia, Germania, Canada e Brasile messi assieme”.

Greenpeace da mesi chiede a Facebook un cambio di rotta e la campagna mondiale dell’organizzazione ambientalista sta diventando sempre più popolare, ironicamente, proprio su Facebook.

Aderite tutti sul sito di Greenpeace!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment