I campi Ogm non autorizzati in Friuli

di Marco del 9 Agosto 2010

Si sta inasprendo in questi giorni il dibattito relativo ai campi Ogm non autorizzati che sono sorti in Friuli. Ricordiamo infatti che l’attuale normativa vigente in Italia prevede una apposita autorizzazione Ministeriale che deve essere rilasciata per la coltivazione di Ogm.

I campi Ogm non autorizzati in Friuli

Gli agricoltori del Friuli circa un anno fa avevano fatto richiesta al Ministero dell’Agricoltura ma l’allora ministro Zaia negò il consenso a causa dell’assenza delle linee guida sulla coesistenza tra coltivazioni Ogm e coltivazioni non Ogm. Seguì il ricorso al Consiglio di Stato da parte degli agricoltori friulani sostenendo di aver diritto ad una risposta. Il Consiglio di Stato diede loro ragione ed invitò il Ministero a fornire loro una risposta, che è di fatto giunto tramite decreto interministeriale che negava di fatto la coltivazione degli OGM.

Per tutta risposta gli agricoltori friuliani da qualche mese hanno iniziato la coltivazione di mais OGM ignorando di fatto il divieto loro imposto. Oggi vi sono due campi di mais in provincia di Pordenone seminati con mais Mon810. Il rischio ambientale è alto tanto che il procuratore della Repubblica di Pordenone ha messo sotto sequestro un solo campo di mais, ma ignorando il secondo che sta contagiando tutto il territorio circostante con pollini Ogm.

Non sarebbe forse il caso di far rispettare delle semplici leggi? Lasciate il vostro commento

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment