Notizie

I cellulari del futuro saranno ricaricati dalla voce?

I cellulari del futuro saranno ricaricati dalla voce? A quanto pare si!

Un team di ricercatori della Sungkyunkwan University di Seul avrebbero progettato dei cellulari in grado di ricaricarsi utilizzando come fonte di energia suoni e rumori.

I cellulari del futuro saranno ricaricati dalla voce?

“Abbiamo cercato di trasformare il suono in elettricità. La voce è una possibile fonte di energia a cui non è mai stata data l’attenzione che merita”. Questo è ciò che ha dichiarato l’ingegnere Sang-Woo Kim al quotidiano britannico The Dealy Telegraph.

I ricercatori hanno progettato un nuovo tipo di batteria in grado di trasformare le vibrazioni sonore in elettricità e di conseguenza i cellulari potrebbero ricaricarsi non solo attraverso le conversazioni telefoniche ma anche esponendo l’apparecchio ad un ambiente rumoroso.

Il principio di costruzione non sembra essere complicato. Alla batteria è collegato un materiale fonoassorbente il quale esposo alle onde sonore inizia a vibrare e trasmette tali vibrazioni a dei minuscoli filamenti di ossido di zinco inseriti tra due elettrodi. Questi filamenti iniziano ad espandersi e a contrarsi producendo elettricità.

Ma non cantiamo subito vittoria. Questo modello funziona con suoni intorno ai cento decibel ed è in grado di produrre una corrente della potenza di cinquanta millivolt. Di conseguenza tale potenza non è ancora sufficiente per ricaricare la batteria di un cellulare né cento decibel sono l’intensità di rumore che si produce quando si parla a telefono ma sarebberò paragonabili ai suoni prodotti durante un concerto rock.

Tuttavia questo è solo un prototipo in fase di miglioramento. Se tutto dovesse andare come previsto, nel giro di poco tempo si potrebbero introdurre nel mercato questi nuovi apparecchi telefonici.

Si sta pensando anche di applicare tale principio a molti altri oggetti alimentati a batteria: computer, lampade e perfino automobili. “Se le autostrade fossero dotate di protezioni acustiche – spiega l’ingegnere Sang-Woo Kim – potrebbero catturare il suono dei veicoli e permetterne la ricarica in marcia, al contempo diminuendo la rumorosità nell’ambiente”.

Ma per ora queste sono solo delle congetture sperando possano diventare presto realtà. Sembra allo stato attuale possibile solo in un cantiere o in una famiglia con bambini…

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button