Greentech

I nostri gadget più preziosi saranno protetti da una eco-guaina sottilissima e trasparente

A chi non è capitato almeno una volta nella vita di aver fatto cadere una bevanda mentre si lavorava al computer? O ancora, a chi non è capitato di aver utilizzato il cellulare all’aperto durante le intemperie? A qualcuno sarà capitato anche di farlo cadere in bagno o in una pozzanghera! Tutto ciò, la maggior parte delle volte, si è risolto con il guasto irrimediabile dell’oggetto a causa di un cortocircuito.

I nostri gadget più preziosi saranno protetti da una eco-guaina sottilissima e trasparente

Oggi, tale inconveniente, può essere ovviato grazie ad un oggetto, brevettato da una società californiana, chiamato Liquipel. Si tratta di una eco-guaina idrofoba mille volte più sottile di un capello umano che consente di impermeabilizzare totalmente l’oggetto, proteggendolo dall’esposizione ai liquidi.

Tale rivestimento appare del tutto invisibile e di conseguenza non modifica l’aspetto e le caratteristiche dell’oggetto. Anche le prestazioni elettroniche non sembrano modificate in alcun modo. Liquipel appare così innovativo ed utile tanto che risulta essere un finalista dell’Edison Awards per il 2012.

Attualmente il prodotto è ancora in fase di sviluppo e l’unico modo per applicarlo – in maniera sperimentale – sui nostri oggetti elettronici è quello di richiederlo direttamente all’industria produttrice che ne provvederà all’invio. Vedremo presto se tale tecnologia potrà essere immessa sul mercato a grande scala e applicata in maniera standard su qualsiasi oggetto elettronico.

In tema di gadget futuristici ed ecologici, leggi anche:

  • Plantbook, il laptop ad energia solare che si ricarica innaffiandolo come una canna di bambù
  • 6 eco-gadget per i viaggi in aereo
  • Il kit multi-uso dell’eco-globetrotter
  • Eco-trends: schermi, tastiere e mouse rivestiti di legno
  • Woods Solar Powered EZ-tent: Eco-campeggio con la tenda solare
  • Eye Max, quando la radio la carichi da sola…
  • E’ lanterna, contenitore e bottiglietta: LightCap è l’eco-gadget trasformista!
  • Una ragazza inventa il frigo solare che forse aiuterà i paesi del terzo mondo
  • Dal Giappone la pila NoPoPo: Non Pollution Power
  • Bento: il gadget elettronico ad energia solare che sta nella gamella japan-style
  • Corky, il mouse di sughero che genera elettricità con un click
  • Accessori trendy per usare la bici anche di notte

Osserviamo, nel video che segue, come funziona Liquipel:

Simona Treré

Classe 1984, si è laureata a Bologna in Scienze della Comunicazione (con una tesi su Green Marketing e Green Communication) e ha conseguito il master in Comunicazione Ambientale a Roma. Dal 2009 lavora nel settore della sostenibilità ambientale seguendo la comunicazione e la progettazione ambientale per aziende del territorio. Grazie ai suoi studi e al suo lavoro si è potuta dedicare a una delle passioni: l’ecologia e il rispetto per la natura (nei suoi vari, complicati e meravigliosi aspetti). Per divertimento ha sfilato come modella di abiti green e per hobby si è avvicinata all’affascinante mondo dei “rifiuti-non rifiuti” attraverso il riciclo creativo, creando e vendendo oggetti realizzati con materiale di recupero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio